Minoranza, su Covid inadeguatezze e ritardi governo regionale

Umbria
perugia

"Sistema pubblico in crisi favorisce il privato "

(ANSA) - PERUGIA, 16 OTT - Il portavoce delle opposizioni, Fabio Paparelli, e i gruppi di minoranza all'Assemblea legislativa dell'Umbria (Tommaso Bori-capogruppo, Donatella Porzi, Simona Meloni, Michele Bettarelli-Pd Thomas De Luca-capogruppo-M5s, Vincenzo Bianconi-capogruppo-Misto, Andrea Fora-capogruppo-Patto civico per l'Umbria) hanno condiviso un articolato documento in cui denunciano "l'inadeguatezza del governo regionale dell'Umbria" per le scelte e le modalità attuate nell'affrontare la crisi sanitaria da Covid-19". Tali scelte sono spiegate come funzionali alla "riduzione dei servizi sanitari pubblici a vantaggio del sistema privato".
    Nel documento si punta il dito su "ritardi e mancato potenziamento del servizio sanitario regionale", sul fatto che non è stato "ancora approvato il piano sanitario regionale" e che non è stata attuata l'auspicabile "integrazione tra le aziende ospedaliere".
    I gruppi di minoranza denunciano poi "la messa in discussione della medicina territoriale e della rete ospedaliera dell'emergenza urgenza". Oltre a ciò si rileva che il numero delle terapie intensive è "rimasto pressoché invariato, l'ospedale da campo non sarà realizzato in tempi utili, sulle lunghe liste d'attesa si registrano forti disagi per i tamponi drive-in e il piano pandemico non è stato ancora aggiornato".
    (ANSA).
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24