Natale, auguri Marini da Bruxelles - IL VIDEO

Umbria
@ANSA
61cc22fa212ef6fb3429a4ea7a851c4f

Un videomessaggio su Facebook, "l'Europa un po' siamo noi"

"Dobbiamo sempre ricordarci ogni giorno che l'Europa un po' siamo noi e quindi quale migliore occasione in un 2019 che sarà molto importante per l'Europa, per rivolgere gli auguri di buon Natale ma anche di un anno di responsabilità e di un anno che possa essere positivo per la nostra regione, che possa aiutare le persone e le famiglie che vivono nella nostra terra ad avere prospettive di maggiore fiducia e di maggiore sicurezza, e di farlo dal cuore delle istituzioni europee ricordando che non c'è distanza ma c'è profonda vicinanza". Così la presidente della Regione, Catiuscia Marini, in un video di auguri dal Bruxelles, postato nella sua pagina Facebook.

   "Il mio augurio del buon Natale e buon anno - afferma ancora, fra l'altro, la presidente - è per ricordare che l'Europa è presente nel nostro territorio e in tutto quello che facciamo ogni giorno nelle nostre città, nella nostra comunità regionale".

"All'Europa dobbiamo dire grazie ogni qualvolta abbiamo cibo sulle nostre tavole che viene protetto e garantito in termini di qualità e di sicurezza alimentare anche dalla politica agricola comune di cui beneficiano tante imprese del nostro territorio, che ha permesso anche di far crescere imprese agricole e di cambiarne la loro qualità e la qualità delle loro produzioni". Catiuscia Marini, dalla piazza di Bruxelles, la "Grand Platz", rivolge il suo augurio "ovviamente - dice - ai cittadini della nostra regione che vivono in Umbria, ma anche alle tante persone che visiteranno l'Umbria durante le festività natalizie e durante il Capodanno e anche un augurio particolare a tutti gli umbri che vivono in altri Paesi dell'Europa e del resto del mondo". "Lo faccio da con grande piacere da Bruxelles - spiega, fra l'altro - perché Bruxelles da più di 60 anni è la capitale delle istituzioni europee, la sede dove si svolge l'attività delle istituzioni europee, ma l'Europa non è Bruxelles, l'Europa sono le nostre città, le nostre regioni sono le imprese che utilizzano spesso i programmi europei per fare innovazione e ricerca per fare investimenti. L'Europa sono i giovani i ragazzi e le ragazze che fanno gli Erasmus che fanno i progetti di interscambio delle scuole, l'Europa sono i tanti interventi con cui stiamo riqualificando molte città dell'Umbria, con cui stiamo realizzando le piste ciclabili, con cui stiamo investendo sugli attrattori culturali e sui beni culturali. L'Europa sono le risorse del fondo sociale europeo che aiutano i giovani ad entrare nel mondo del lavoro e che sostengono molti dei servizi sociali che noi realizziamo nel nostro territorio. Quindi l'Europa non è Bruxelles, ma l'Europa è anche l'Umbria sono le città dell'Umbria sono cittadini e le imprese che vivono in Umbria. E voglio fare questi auguri da qua perché il 2019 sarà un anno anche molto importante - ricorda - un anno nel quale si rinnoverà il Parlamento europeo e credo che sarà molto importante la partecipazione dei cittadini e ristabilire anche un clima di fiducia e di rispetto verso questa grande costruzione". "Sappiamo che la dobbiamo cambiare, la dobbiamo rendere più efficiente, la dobbiamo rendere più concreta e più pragmatica sui bisogni dei cittadini, però la dobbiamo anche difendere", sottolinea Catiuscia Marini.
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.