Coronavirus Sicilia, sostituto procuratore positivo a Siracusa: ferma attività giudiziaria

Sicilia

Un sostituto procuratore di Siracusa è risultato positivo al test del coronavirus. Il procuratore capo, Sabrina Gambino, ha disposto la chiusura del quarto e del quinto livello del Palazzo di Giustizia, tutte le attività sono sospese fino a nuova disposizione

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

In Sicilia i tamponi effettuati dall'inizio dei controlli sono 16.836; di questi sono risultati positivi 1.718 (+71 rispetto a ieri), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 1.544 persone (+52). Sono ricoverati 568 pazienti (-7 rispetto a ieri) mentre altri 12 sono guariti. A Siracura è risultato positivo ai test un sostituto procuratore. Il procuratore capo Sabrina Gambino ha disposto la chiusura del quarto e del quinto livello del Palazzo di giustizia e tutte le attività giudiziarie sono sospese fino a nuova disposizione. Un medico di Villa Sofia, risultato positivo al coronavirus, è stato ricoverato all'ospedale Cervello di Palermo. Gli esami confermano che è in corso una forma molto aggressiva di polmonite.  (DIRETTA)

19:31 - Guarito uno dei 4 bimbi ricoverati a Palermo

È guarito, ed è stato dimesso, uno dei quattro bambini ricoverati nell'ospedale Di Cristina di Palermo perché risultati positivi al coronavirus. Il bimbo ha effettuato il doppio test del tampone che ha dato esito negativo e stamani ha lasciato il nosocomio. Restano ricoverati gli altri tre bimbi le cui condizioni non destano preoccupazione. Lo fa sapere all'assessorato regionale alla Salute la direzione dell'Azienda sanitaria ospedaliera Civico di Palermo.

18:47 - Morta anziana in casa di riposo a Messina

Il coordinamento per l'emergenza coronavirus nell'area metropolitana informa che una donna di 86 anni è deceduta all'ospedale "Cutroni Zodda" di Barcellona Pozzo di Gotto per insufficienza cardiorespiratoria. La paziente, affetta anche da altre patologie, era risultata positiva al Covid-19 ed era stata ricoverata in precedenza nella casa di riposo "Come d'incanto" dove si sono registrati molti casi. Dall'inizio dell'emergenza sono pertanto 19 in totale i decessi di persone affette da coronavirus in città e provincia, dei quali 14 della casa di riposo "Come d'incanto". Si sono registrate anche due guarigioni con dimissioni dei pazienti ricoverati: il primo, un uomo di 55 anni, si trovava al Policlinico "G. Martino" di Messina; il secondo, un uomo di 73 anni, si trovava presso l'ospedale "Papardo".

17:57 - Quattromila metalmeccanici in cig nel Palermitano

Una platea di più di 4 mila operai metalmeccanici in cassa integrazione tra Palermo e provincia per il Covid-19. La Fiom Cgil Palermo chiede all'Inps di accelerare i tempi di erogazione dei pagamenti. "Stiamo lavorando senza sosta per fronteggiare le domande di cassa integrazione in arrivo, che fino ad ora riguardano più di 4 mila metalmeccanici in cassa integrazione tra Palermo e provincia, dipendenti di aziende che vanno dai grossi gruppi come Fincantieri a tutto l'indotto fino ad arrivare alle piccole aziende, anche con un solo lavoratore, dei settori carpenteria, installazioni telefoniche, informatica", dicono Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom Cgil Palermo". "Lavoriamo per mettere in sicurezza tutti i metalmeccanici in cig e siamo allo stesso tempo operativi per tutelare i metalmeccanici che lavorano in smart working, come i dipendenti di Sispi, Engineering, Italtel, Eco Cerved, gli impiantisti della Guerrato, di Sei Energia, S.e.p.i, della ditta Romano, gli ascensoristi di Kone, Schindler e Siram, impegnati in lavorazioni essenziali in ospedali e Asp, più gli addetti ai pali eolici come i dipendenti di Senvion e Vestas", aggiungono. Tra i metalmeccanici operativi, ci sono anche i dipendenti della Leonardo, alla Guadagna, che lavorano con le misure di sicurezza previste dal decreto. "E' importante che i lavoratori in cassa integrazione siano garantiti - aggiungono Biodi e Foti - I grandi gruppi come Fincantieri e Kone hanno anticipato la cassa integrazione mentre la gran parte delle aziende ha chiesto il pagamento diretto da parte dell'Inps. E' fondamentale che l'Inps si adoperi sin da subito affinché la prossima settimana i lavoratori possano ricevere il corrispettivo della cig nei conti correnti. Altrimenti si rischia di avere oltre ai disoccupati palermitani anche lavoratori, come questi metalmeccanici, senza reddito. Sarebbe una bomba sociale". Per quanto riguarda la Sispi, la società partecipata del Comune che sta svolgendo un ruolo essenziale nella gestione dei servizi informatici del Comune, la Fiom chiede il potenziamento del personale. "I dipendenti dell'azienda stanno svolgendo un lavoro egregio e il personale va rinforzato preparando il turn over e incrementando le assunzioni in vista dei maggiori carichi di lavoro per il futuro".

17:51 - In Sicilia 1544 contagiati, 86 guariti

In Sicilia i tamponi effettuati dall'inizio dei controlli sono 16.836; di questi sono risultati positivi 1.718 (+71 rispetto a ieri), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 1.544 persone (+52). Sono ricoverati 568 pazienti (-7 rispetto a ieri), di cui 72 in terapia intensiva, mentre 976 (+59 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare, 86 guariti (+12) e 88 deceduti (+7). Questo il quadro riepilogativo della situazione nell'isola, aggiornato a oggi, in merito all'emergenza coronavirus, così come comunicato dalla Regione siciliana all'Unità di crisi nazionale. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 93 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 67 (18 ricoverati, 4 guariti, 5 decessi); Catania, 456 (153 ricoverati, 21 guariti, 33 decessi); Enna, 212 (123 ricoverati, 1 guarito, 11 decessi); Messina, 288 (125 ricoverati, 12 guariti, 19 decessi); Palermo, 245 (79 ricoverati, 22 guariti, 9 decessi); Ragusa, 39 (8 ricoverati, 3 guariti, 2 decessi); Siracusa, 71 (37 ricoverati, 21 guariti, 6 decessi); Trapani, 73 (25 ricoverati, 2 decessi).

16:35 - Asp Palermo sanifica uffici in città e provincia: le chiusure

Prosegue il programma di sanificazione dei locali dell'Asp di Palermo nell'ambito delle attività per il contenimento dell'infezione da Covid-19. Domani e venerdì 3 rimarranno chiusi a Palermo: CSM 4 di via Marchese di Villabianca 97/B; neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza di via Marchese di Villabianca 95; centro vaccinazioni di piazza Aragonesi; unità operativa veterinaria extraurbana di via Pindemonte 88; unità operativa radioprotezione di via La Loggia (solo 3 aprile) ed in via Carmelo Onorato 6; il dipartimento di prevenzione, unità operativa territoriale; dipartimento di prevenzione veterinario; unità operativa anagrafe animale; unità operativa veterinaria urbana; unità operativa sanità pubblica, epidemiologia e medicina preventiva; unità operativa profilassi malattie infettive (centro profilattico); unità operativa centro gestionale screening; unità operativa laboratorio di sanità pubblica e unità operativa tossicologia e biochimica via Carmelo Onorato 6. A Misilmeri, sempre domani e venerdì, la sanificazione interesserà i locali della direzione del distretto, le unità operative distrettuali, il servizio farmacia e l'unità operativa territoriale di prevenzione di corso Gaetano Scarpello 53, l'ex ambulatorio CSM di via De Gasperi 3; il poliambulatorio di via Medici 31 ed il centro vaccinazioni di via De Gasperi 6. A Carini rimarranno chiusi il 2 (pomeriggio) ed il 3 aprile i locali del distretto di corso Italia 151 e nelle stesse giornate il consultorio familiare di Cinisi-Terrasini. A Bagheria, sabato prossimo, sarà chiuso, sempre per la sanificazione dei locali, il poliambulatorio di via Mattarella 82.

16:31 - Catania, dal 12 al 31 marzo sanzionate 2.876 persone

In provincia di Catania ieri sono state 3.670 le persone controllate e 140 quelle sanzionate perché non in regola, mentre le attività e gli esercizi controllati sono stati 2.093. Dal 12 al 31 marzo le persone controllate sono state 47.407, quelle sanzionate 2.876, 30 quelle arrestate. Nello stesso periodo, 30.294 gli esercizi commerciali controllati e 308 quelli sanzionati. Sono i dati dei controlli per l'emergenza Covid-19 emersi da una seduta, in videoconferenza, del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Claudio Sammartino. "Rimanendo elevata e capillare l'attività di controllo svolta dalle Forze di polizia, con la collaborazione delle Polizia locali", il Prefetto, comunque, "richiama i cittadini perché continuino ad osservare, come già praticato dalla gran parte di loro con senso di responsabilità, le disposizioni governative di prevenzione delle diffusione del contagio". Sono state comunque intensificate le iniziative di controllo da parte delle Forze dell'ordine affinché l'impegno dei cittadini non subisca flessioni. Particolare attenzione è stata prestata già dai giorni scorsi alla vigilanza dei supermercati. Analoga attenzione viene prestata con un incremento delle iniziative di controllo nei confronti degli altri esercizi commerciali aperti con la vigilanza dinamica delle zone in cui vi sono farmacie, edicole, rivendite di generi alimentari e di tabacchi od altro. 

16:23 - Il sindaco di Messina: "Circolari del governo generano caos"

"Ancora una volta il governo genera confusione e mette in pericolo la popolazione con i suoi provvedimenti contraddittori. Non posso credere che il ministro degli Interni non si sia reso conto del pericolo al quale ha esposto tutti i cittadini con l'ultima circolare del 31 marzo 2020, con la quale ha affermato che il divieto di spostamento non comprende la possibilità, per un solo genitore per volta, di camminare con i propri figli minori, purché tale passeggiata si svolga in prossimità dell'abitazione". Lo dice il sindaco di Messina, Cateno De Luca. "Sembra di assistere alla fiera dell'insipienza, in cui prima si raccomanda alle persone di non uscire di casa, si comminano sanzioni anche esose per la violazione delle disposizioni, e poi come se nulla fosse, si dice ai cittadini che possono portare i bambini a passeggio, purché la passeggiata avvenga in compagnia di un solo genitore per volta e in prossimità dell'abitazione. Come se queste fossero garanzie o misure sufficienti a prevenire il contagio", aggiunge. "Non ho nessuna intenzione di consentire passeggiate o attività motorie di qualsiasi tipo, se non le sole passeggiate terapeutiche che ho già autorizzato. Al di fuori di tale ipotesi, restate a casa".

16:02 - Caltanissetta, vigili vietano mercato Coldiretti

E' stato allestito questa mattina a Caltanissetta il mercato di "Campagna amica" della Coldiretti, ma poiché l'ordinanza comunale ne vieta lo svolgimento i vigili hanno fatto smontare le bancarelle ai produttori. "Gli agenti hanno eccepito lo spostamento degli ambulanti da un Comune all'altro - spiega il comandante della Polizia Municipale Diego Peruga - attualmente vietato dall'ordinanza emanata dalla Regione Sicilia per contrastare l'emergenza coronavirus. Ci hanno risposto che non sono ambulanti ma dei produttori, vale a dire gente che produce e rivende nell'ambito della filiera corta che mette a contatto venditore e consumatore. Abbiamo evidenziato però a quel punto che il sindaco con ordinanza comunale ha sospeso qualsiasi mercato o fiera. Non abbiamo avuto alcuna forma di resistenza".

14:51 - Ex giocatori del Palermo creano raccolta fondi

In pochi giorni il numero di famiglie che ha chiesto un aiuto alimentare al Comune di Palermo è passato da 600 a 11.000 ed è in continua crescita. Per far fronte all'emergenza gli ex giocatori del Palermo - Federico Balzaretti, Salvatore Sirigu, Josip Ilicic, Fabrizio Miccoli, Francesco Benussi, Giacomo Brichetto, Moris Carrozzieri, Mattia Cassani, Cesare Bovo, Matteo Darmian, Simon Kjær, Cristian Zaccardo Afriyie Acquah, Manuel Blasi, Roberto Guana, Josip Ilicic, Fabio Liveran, Giulio Migliaccio, Antonio Nocerino, Javier Pastore, Fábio Henrique Simplício, Amauri Carvalho de Oliveira, Igor Budan, Fabrizio Miccoli, Mauricio Pinilla, Davide Succi, Francesco Guidolin - hanno avviato una raccolta fondi. "Tutti noi, con il supporto di Fondazione Sicilia, che ha già stanziato 50.000 euro a sostegno dell'iniziativa, e Coop Alleanza 3.0, abbiamo deciso di creare e partecipare ad una raccolta fondi volta a supportare le fasce più deboli della nostra amata Palermo". Con il coordinamento del Comune di Palermo, i buoni pasto saranno distribuiti alle famiglie bisognose individuate da Caritas, Banco Alimentare e Banco delle Opere di Carità. L'iniziativa gode del patrocinio del Comune e dell'Arcidiocesi di Palermo.

14:48 - Musumeci e Orlando: "No a passeggiate con figli"

"Siamo assolutamente contrari che si applichi anche in Sicilia la circolare del Viminale del 31 marzo sulla possibilità che un genitore possa accompagnare i propri figli anche per una passeggiata di pochi minuti". E' la posizione assunta in Sicilia dal governatore Nello Musumeci e dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, condivisa da Anci Sicilia. "Le passeggiate si faranno quando finirà l'emergenza - dice il governatore -. Se ci sono dei casi di bambini affetti da particolari patologie questa esigenza della passeggiata potrà essere consentita ma soltanto davanti a una certificazione medica e per dieci minuti". Secondo il governatore "se passa l'idea che ormai il peggio è passato e che tutti possiamo permetterci di uscire fuori è la rovina perché cosi vanifica quanto fatto finora".
"Malgrado il provvedimento chiarisca che nulla è cambiato sui divieti di assembramento e sugli spostamenti riteniamo sia indispensabile mantenere il divieto assoluto per spostamenti che non siano per motivi di salute, per lavoro o per estrema necessità e sia di vitale importanza arginare prima possibile un nemico insidioso come il covid-19", ha detto Leoluca Orlando, presidente di ANCI Sicilia. "Siamo consapevoli - continua Orlando - che ci viene chiesto un ulteriore sacrificio, almeno fino al 13 aprile, come ha confermato stamattina il ministro della Salute, Roberto Speranza, ma è assolutamente necessario che si applichino le più restrittive disposizioni vigenti nella nostra Regione che mirano ad evitare l'aggravarsi della attuale emergenza che potrebbe degenerare con conseguenze incalcolabili come purtroppo si è verificato in altre aree del Paese e in alcune zone della nostra Regione". "In Sicilia e a Palermo è troppo presto per allentare le misure di contrasto al coronavirus. Siamo ancora a rischio, lo sono prima di tutto i bambini e gli anziani delle nostre comunità", prosegue Orlando. "Condivido che la Regione continui a mantenere il divieto di spostamenti se non per motivi di estrema necessità - prosegue -. Condivido a malincuore perché sono misure dure che stanno mettendo a dura prova tutti noi, le nostre famiglie, la nostra economia". "Ma restare a casa ora, evitare di esporre noi stessi e i nostri cari al contagio - sostiene il sindaco - è l'unico modo che abbiamo al momento per proteggerci e per fare in modo che presto si possa tornare ad uscire in salute e in sicurezza. E' l'unico modo, per essere chiari, perché in Sicilia non si ripeta l'ecatombe con migliaia di morti che sta duramente colpendo altre regioni del nostro Paese".

14:22 - Prefettura di Palermo illuminata con il tricolore

Da ieri la prefettura di Palermo in via Cavour è illuminata con il tricolore. Ogni sera, per due settimane, sulla facciata dello storico edificio a Palermo, splenderanno i colori italiani. Sono diversi i palazzi delle istituzioni di Palermo che si illumineranno con i colori della bandiera per sottolineare, dal capoluogo dell'Isola, "uno spirito coeso e unitario dell'intera nazione nella lotta al coronavirus".  

13:59 - Comandante dei carabinieri devolve intero stipendio a poveri

Il comandante di Stazione di Altavilla Milicia (Palermo), E. C., ha devoluto in beneficenza l'intero stipendio mensile per l'acquisto di generi alimentari di prima necessità da donare a famiglie indigenti residenti nel comune. I titolari dei supermercati del territorio in cui sono stati effettuati gli acquisti, apprezzando il gesto, hanno voluto contribuire operando uno sconto del 30% sulla merce, consentendo così di acquistare un quantitativo maggiore di generi alimentari. La distribuzione alle famiglie bisognose sarà effettuata dalla locale Protezione civile. I militari nel corso dell'emergenza sanitaria, si sono prodigati in favore della popolazione collaborando con le associazioni di volontariato e le altre istituzioni locali nel trasporto e distribuzione di prodotti alimentari.

13:52 - A Trapani 35 nuovi posti di terapia intensiva

Saranno attivati al più presto 35 posti di Terapia Intensiva dedicati a pazienti Covid-19. Lo ha deciso la direzione strategica dell'Azienda sanitaria locale di Trapani, che ha già provveduto anche all'acquisto di 31 ventilatori di rianimazione, in considerazione dell'attuale emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus, che ha reso necessario un piano regionale di implementazione dei posti letto di terapia intensiva. La direzione strategica dell'Asp, inoltre, ha nominato il direttore dell'Unità Operativa Complessa Anestesia del presidio ospedaliero di Trapani, Antonio Cacciapuoti, Commissario Aziendale per l'emergenza Coronavirus Terapia Intensiva. Cacciapuoti sta già predisponendo un piano urgente per l'attivazione dei nuovi posti di terapia intensiva, la distribuzione delle tecnologie acquistate, la dislocazione del personale.

13:51 - Palermo, consegnati buoni spesa a indigenti

L'associazione Albero della vita ha iniziato la consegna dei buoni spesa ad un centinaio circa di famiglie indigenti dello Zen 2 e di Brancaccio a Palermo. Sono le famiglie che sono seguite da 4 anni nel progetto nazionale "Varcare la Soglia" per contrastare la povertà in Italia. "Abbiamo iniziato a consegnare i buoni spesa da 50 euro a settimana alle famiglie povere - dicono dall'associazione - con questi buoni si può andare a fare la spesa al centro Conca d'Oro che è partner dell'iniziativa". Questo è un primo aiuto. Ma parallelamente i volontari consegnano nei cellulari dei voucher che consentono di fare la spesa ad altre famiglie indigenti. "Per questi aiuti chiediamo il sostegno da parte di tutti. Abbiamo ricevuto dei fondi per sostenere le famiglie povere - aggiungono dall'associazione - comprendiamo che per il momento gli aiuti vengono dati per l'emergenza sanitaria, ma invitiamo tutti a considerare che c'è anche una grave emergenza economica che investe i poveri che non possono ricorrere ad alcun sussidio". Per gli studenti palermitani seguiti dall'associazione proprio oggi arriveranno un centinaio di tablet e connessioni. "Non tutti gli alunni delle scuole possono seguire le lezioni a distanza. Per questo grazie a Vodafone e Amazon arriveranno gli strumenti tecnologici per gli alunni dello Zen e di Brancaccio - aggiungono dall'associazione - un'altra buona notizia per non disperdere il lavoro fatto in questi anni".

12:00 – Sindaco di Messina proroga la riscossione dei tributi

Con due delibere l'amministrazione comunale di Messina ha disposto la proroga dei termini di scadenza per la riscossione dei tributi al 31 maggio e contestualmente ha costituito il Fondo Emergenza Covid-19 FEC19, dall'importo iniziale di 38.495.555,20 euro con risorse finanziarie provenienti da: fondi europei riprogrammati; risorse regionali (€ 4.651.100,00) e statali (€ 1.700.000,00); risorse comunali; contributi volontari. "Il Fondo sarà utilizzato per le seguenti finalità: l'erogazione di un buono spesa denominato 'Messina Family Card' da poter spendere presso i negozi alimentari convenzionati; come contributi alloggiativi, spese di utenze, percorsi di accompagnamento per prevenire la perdita dell'alloggio e perseguire l'autonomia abitativa; per l'acquisto, sviluppo tecnologico e dispiegamento di strumenti che, nel rispetto della normativa vigente, consentano o facilitino il monitoraggio, la prevenzione e il controllo del Covid-19 sue diverse forme; per eventuali altri servizi di aiuto sociale che si renderanno necessari nell'ipotesi del protrarsi dell'emergenza da gestire attraverso l'Azienda Speciale Messina Social City; interventi di natura strutturale a medio temine che dovranno sostenere la ricostruzione del tessuto socio-economico della città", dice il sindaco di Messina Cateno De Luca. "Oltre alla sospensione dei tributi e canoni - aggiunge - stiamo avviando l'iter amministrativo per verificare laddove compatibile con gli equilibri di bilancio, la possibilità di un'esenzione tributaria per il periodo che va da marzo a settembre 2020".

11:10 – Controlli a Catania, sanzionati 5 sanitari

“Pranzavo assieme a colleghi di lavoro”, così hanno scritto nella loro autocertificazione quattro infermieri e un fisioterapista che si erano riuniti in un casa presa in prestito da un amico, assente, per incontrarsi e fare un incontro conviviale tra loro a Gravina di Catania. Ma i rumori sono stati sentiti da altri condomini del palazzo che hanno avvisato i carabinieri. I militari sono rimasti sorpresi nel vedere che al 'pranzo con colleghi di lavoro' partecipava personale sanitario a contatto tutti i giorni con pazienti a 'rischio' contagio virale: tre infermiere di una casa per anziani, una di una clinica convenzionata per malattie gravi e un fisioterapista che collabora con una Rsa. I cinque, tre uomini e due donne, di età compresa tra i 24 e i 27 anni, che hanno esibito tutti la stessa 'giustificazione', sono stati sanzionati per violazione del decreto legge adottato dal governo per contenere il diffondesi del Coronavirus.

10:53 . Palazzo d'Orleans illuminato con il Tricolore

Da ieri palazzo Orleans, sede della presidenza della Regione Siciliana, è illuminato con il Tricolore. Ogni sera, per due settimane, sulla facciata dello storico edificio di piazza Indipendenza a Palermo splenderanno i colori italiani. Una decisione voluta dal governatore Nello Musumeci per sottolineare uno spirito coeso e unitario dell'intera nazione nella lotta al Coronavirus. L'iniziativa è resa possibile, in forma gratuita, da Vincenzo Montanelli, responsabile della rete di operatori inerenti al Settore organizzativo Pro. Lo dice la Presidenza della Regione.

10:48 - Morta un'altra ospite dell'Oasi Maria Santissima di Troina

È morta ieri sera nell'ospedale di Enna, dove era ricoverata da giorni, una 51enne con Covid-19 che era ospite dell'Oasi Maria Santissima di Troina. È la seconda vittima che si registra tra le persone con gravi disabilità mentali prese in cura dall'Irccs dell'Ennese. Nello stesso nosocomio sono ricoverati anche il direttore sanitario dell'Irccs, Michelangelo Condorelli, e il presidente, padre Silvio Rotondo. Nell'Oasi sono al momento 112 le persone, tra ospiti e operatori, risultati positivi al Coronavirus. Nella struttura è presente, a sostegno, personale sanitario militare: 19 ufficiali e sottufficiali, tra medici e infermieri di esercito e marina. È ancora a casa in quarantena il sindaco, Fabio Venezia, affetto da un principio di polmonite, ancora in attesa di fare il tampone. Troina è da giorni 'zona rossa', come disposto, con un decreto dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

10:43 – Chiuso Palazzo di Giustizia a Siracusa

"Tamponi a tutti i dipendenti del Palazzo di Giustizia e chiusura dei locali fino al termine della completa e totale sanificazione degli stessi”, lo chiedono il segretario generale della Ust Cisl Ragusa-Siracusa, Vera Carasi, e il segretario generale della Fp Cisl territoriale, Daniele Passanisi, dopo la conferma sulla positività al Covid di uno dei magistrati in servizio alla Procura della Repubblica a Siracusa. "Tempestiva la decisione del presidente del tribunale di chiudere l'intero palazzo di giustizia per oggi - hanno aggiunto i due segretari - Riteniamo che la sola sanificazione non possa essere sufficiente a riportare la serenità tra tutti i dipendenti, non soltanto tra quelli del quarto e del quinto piano". "Appare necessario, a tutela di tutti gli operatori della giustizia, avviare la procedura urgente per effettuare il tampone ad ognuno di loro. Al di là di quanto previsto dal protocollo in ordine ai singoli contatti più vicini al magistrato malato, riteniamo imprescindibile il controllo su tutti i dipendenti del Palazzo di Giustizia".

8:32 - Arrivano i primi tablet nelle scuole siciliane

Arrivano i primi tablet per gli studenti con disagio economico. Ne danno notizia alcuni istituti scolastici che hanno già impegnato il contributo regionale per destinare agli alunni dotazioni informatiche individuali che consentono di accedere alle attività didattiche a distanza. "L'intervento della Regione Siciliana ha permesso a molti studenti di migliorare le proprie disponibilità tecnologiche, fornendo un concreto aiuto alle famiglie con maggiori difficoltà economiche” spiega l' assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla.  

8:15 - Sostituto procuratore positivo a Siracusa

Un sostituto procuratore di Siracusa è risultato positivo al test del coronavirus. Il magistrato avrebbe accusato i primi sintomi una decina di giorni fa e si trova in isolamento a casa. Il procuratore capo Sabrina Gambino ha disposto la chiusura del quarto e del quinto livello del Palazzo di giustizia e tutte le attività giudiziarie sono sospese fino a nuova disposizione. L'Asp ha predisposto i controlli nei confronti delle persone con cui il sostituto è entrato in contatto negli ultimi quindici giorni, principalmente colleghi, avvocati e personale di cancelleria.

8:12 - Medico di Villa Sofia positivo ricoverato a Palermo

Un medico del reparto di neuropsichiatria di Villa Sofia risultato positivo al coronavirus è ricoverato all'ospedale Cervello di Palermo. La Tac ha confermato che è in atto una forma molto aggressiva di polmonite. "Aveva la febbre da alcuni giorni poi si è presentato in ospedale ed è stato ricoverato", raccontano i colleghi. Anche la moglie è positiva, ma le sue condizioni non sono gravi tanto che non è stato necessario il ricovero. Altri due medici del pronto soccorso pediatrico nei giorni scorsi erano risultati positivi al coronavirus. Uno è stato ricoverato, ma le sue sue condizioni sono considerate buone mentre un altro è rimasto sempre a casa in quarantena.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.