Vaccino, De Luca: “Governo sbaglia, terza dose subito a tutti”

Campania
©Getty

”Perché dobbiamo aspettare all'inizio di dicembre per estendere la terza dose? Passati sei mesi dalla vaccinazione, bisogna farla subito, senza perdere un minuto. Questo se vogliamo evitare di chiudere l’Italia”, ha detto il presidente campano

Secondo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Governo sta sbagliando sulla gestione delle terze dosi di vaccino anti Covid (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA). ”Perché dobbiamo aspettare all'inizio di dicembre per estendere la terza dose? Passati sei mesi dalla vaccinazione, bisogna farla subito, senza perdere un minuto. Questo se vogliamo evitare di chiudere l'Italia. E siamo ad un passo da questa prospettiva", ha dichiarato il governatore. La Campania ha dato disposizione per eseguire subito le terze dosi, senza fasce d'età, a tutti i cittadini purché siano trascorsi sei mesi dall’immunizzazione.

“Focolai nelle scuole”

leggi anche

Covid, De Luca: "Restrizioni per no vax? Sarebbe il minimo"

"Dobbiamo fare la terza dose subito - ha proseguito De Luca - se vogliamo evitare di richiudere le scuole. Stiamo registrando in Campania una serie di focolai. Per il momento - ha sottolineato - sono sotto controllo, come è emerso dalla riunione che abbiamo avuto ieri con i direttori generali delle ASL e abbiamo ancora sotto controllo la situazione delle terapie intensive, che è soddisfacente, ma nei reparti ordinari cominciamo a registrare ingressi che devono preoccuparci. La priorità assoluta è completare la terza dose al personale scolastico, che è iI più esposto. I bambini delle scuole sono un formidabile veicolo di contagio", ha detto ancota il presidente della Campania.

“Contagi triplicati tra i 12 e i 15enni”

"Tra i minori di età compresa tra i 12 ed i 15 anni i contagi, secondo gli ultimi dati che abbiamo in Campania, sono triplicati. In modo particolare - ha poi aggiunto De Luca - i contagi aumentano tra gli 11 ed i 13 anni. Sappiamo che in questa fascia d'età c'è un problema delicato e quindi dobbiamo lavorare davvero con grande tranquillità per avere una campagna di vaccinazione, quando sarà autorizzata, ma è evidente che, se non stiamo attenti rischiamo di dover chiudere tutto".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24