Napoli, si tenevano la merce sequestrata: sospesi tre finanzieri

Campania

Nel corso delle perquisizioni effettuate, in casa di uno dei tre sono stati trovati fuochi d'artificio oggetto di sequestro nei mesi scorsi

Tre militari della della Guardia di Finanza sono stati sospesi su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord con l'accusa di essersi appropriati di fuochi d'artificio sequestrati anziché distruggerli. I tre erano in servizio in reparti del Napoletano.

Le indagini

L'inchiesta è stata coordinata dalla procura di Napoli Nord ed è stata realizzata dai colleghi dei tre pubblici ufficiali, in particolare dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli, che hanno iniziato ad avere sospetti sui tre militari dopo un ingente sequestro di materiale pirotecnico avvenuto a fine 2020. Dalle informazioni raccolte, è emerso che i tre militari delle Fiamme Gialle si sono appropriati di 235 chili di fuochi d'artificio e poi hanno redatto con due agenti della Polizia di Stato in servizio al Nucleo Artificieri di Napoli un verbale di presa consegna da parte di questi ultimi, indicando falsamente tutto il materiale sequestrato. Nel corso delle perquisizioni effettuate, a casa di uno dei tre finanzieri sospesi è stata trovata merce contraffatta oggetto di sequestro nei mesi scorsi.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24