Sotto controllo il rogo nel Casertano: nube di fumo su zona industriale Carinaro-Teverola

Campania

L'incendio ha distrutto una fabbrica che produce e assembla ricambi per auto. Sul posto le forze dell’ordine e i vigili del fuoco con varie squadre. Non ci sarebbero feriti. Arpac ha avviato il monitoraggio per misurare le concentrazioni di diossine e altre sostanze tossiche nell'area

È sotto controllo, dopo ore di intenso lavoro da parte dei vigili del fuoco, l'incendio di materiale plastico che ha distrutto una fabbrica che produce e assemblra ricambi per auto nell'area industriale di Carinaro-Teverola (in provincia di Caserta). Non ci sarebbero feriti. Numerose le segnalazioni giunte ai vigili dal Corso Vittorio Emanuele e dalla zona collinare. Le fiamme hanno fatto crollare il tetto del capannone producendo una nube nera, quasi certamente tossica, che si è propagata per un'area molto vasta, visibile dalle città di Napoli e Caserta. Sul posto si trova il nucleo di polizia giudiziaria del comando dei vigili di Caserta, che dovrà effettuare le indagini per risalire alle cause dell'incendio, al momento ignote.

L'intervento dei vigili del fuoco

I vigili del fuoco, giunti con quattro squadre - una proveniente dalla sede centrale del Comando di Caserta, due dai distaccamenti di Aversa e Marcianise e una quarta dal Comando di Napoli - e con due autobotti, il carro autoprotettori, il carro-schiuma ed il nucleo N.b.c.r. (Nucleare,batteriologico,chimico e radiologico), sono intervenuti immediatamente per circoscrivere l'incendio, ed evitare che si propagasse ad aziende vicine, tra cui un autodemolitore. I pompieri hanno gettato schiuma lungo il perimetro dell'azienda in fiamme. Dopo aver delimitato il rogo, i vigili del fuoco, servendosi di un'autoscala, hanno iniziato a gettare schiuma dall'alto verso il centro del capannone, dove continua a bruciare il materiale plastico che compone le parti di ricambio per auto; per domare del tutto il rogo ci vorranno parecchie ore.

Arpac avvia monitoraggio per misurare concentrazioni diossine

L'Agenzia regionale per l'ambiente (Arpac) ha avviato il monitoraggio per misurare le concentrazioni di diossine e altre sostanze tossiche nell'area interessata dall'incendio. Una squadra di tecnici del Dipartimento di Caserta è intervenuta alle ore 16 e, dopo un sopralluogo, ha posizionato un campionatore ad alto volume a circa 200 metri dall'azienda oggetto dell'incendio, un sito di produzione di componenti plastiche per automobili. Il campionatore è posizionato in direzione nord-est (direzione prevalente della nube e di maggior ricaduta al momento dell'intervento), i risultati del monitoraggio saranno diffusi non appena disponibili. L'Agenzia sta valutando di posizionare a breve un laboratorio mobile per integrare il monitoraggio della qualità dell'aria nel territorio interessato dall'incendio. Per completare il quadro dei dati disponibili, potranno essere utilizzati anche i risultati forniti dalle stazioni di monitoraggio stabilmente operative, tra cui quella di via San Lorenzo nel Comune di Teverola.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24