Covid, in Campania 2.560 casi su 24.393 tamponi

Campania

I guariti sono 385. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656, quelli occupati 145

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

In Campania 2.560 nuovi casi su 24.393 tamponi. Curva dei contagi sostanzialmente stabile con una leggera flessione tra ieri e oggi, tasso dei positivi al 10,5% a fronte dell''11, 13% fatto registrare ieri.

Intanti fonti sanitarie definiscono "insostenibile" la situazione che si sta registrando in queste ore al Covid Hospital Mauro Scarlato di Scafati (Salerno). La struttura ospedaliera, riconvertita sin dall'inizio della pandemia, è al collasso da diversi giorni e all'esterno si stanno registrando di continuo code di ambulanze (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:33 - Napoli; controlli dei carabinieri, 68 le persone multate

Sono 68 le sanzioni per violazione della normativa anti-contagio notificate questo weekend dai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli in città. Chiaia, Vomero, Fuorigrotta e Bagnoli i quartieri maggiormente interessati dai controlli. Gran parte delle sanzioni sono state contestate per la mancanza di mascherina. Molti gli assembramenti che sono stati sciolti, specie in zona Vomero

17:47 - Caserta: drive-in per vaccinare over 80 nella caserma

Un drive in per la somministrazione del vaccino "Moderna" agli ultra ottantenni è stato attivato all'interno del presidio vaccinale allestito a Caserta, alla Caserma Ferrari Orsi, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi. In mattinata le prime trenta vaccinazioni. Il servizio proseguirà nei prossimi nel centro vaccinale che è al momento il più grande della Campania e il secondo d'Italia.

16:46 - In Campania 2.560 casi su 24.393 tamponi

Curva dei contagi sostanzialmente stabile in Campania con una leggera flessione tra ieri e oggi (tasso dei positivi al 10,5% a fronte dell''11, 13% fatto registrare ieri). Dati alla mano, il bollettino dell'Unita' di Crisi della Regione Campania dice che i positivi del giorno sono 2.560 (di cui 351 casi identificati da test antigenici rapidi). Gli asintomatici rilevati con tampone molecolare sono 2.024 e i sintomatici 185. I tamponi del giorno ammontano a 24.393 (di cui 4.521 antigenici). Il totale dei positivi è 285.221 (di cui 8.405 antigenici). Il totale dei tamponi 3.091.099 (di cui 136.690 antigenici). I deceduti nelle ultime 24 ore sono 13. il totale dei; deceduti 4.464. I guariti sono 385. Il totale dei guariti ammonta a 191.162. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656, quelli occupati 145. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160, quelli di degenza occupati 1.396.

16:27 - Assembramenti nel Napoletano, fuggi fuggi ad arrivo polizia

"Anche nell'ultimo sabato in zona arancione si sono registrati assembramenti e regole violate". E' quanto sottolinea il consigliere regionale verde Francesco Borrelli. "A Frattamaggiore - spiega - come segnalatoci da alcuni cittadini, in tarda serata e ben oltre le 22, in strada era il delirio. Centinaia di ragazzini in giro, zero distanziamento e quasi tutti senza mascherina. In molti hanno allertato le forze dell'ordine e, all'arrivo della Polizia, c'è stato un fuggi fuggi generale di ragazzini impauriti dalla possibilità di prendere una multa. Quello che preoccupa e che li terrorizza più una sanzione che un virus mortale. Perché erano in strada a quell'ora, perché i genitori non si chiedono dove sono bel oltre l'orario consentito?". "E segnalazioni ci sono arrivate anche da Napoli - aggiunge Borrelli - con assembramenti e gente in strada ai Quartieri Spagnoli, piazza del Gesù e piazza Orientale. Anche in questi casi, niente distanziamento e pochissime mascherine. Da lunedì saremo zona rossa a causa di questi assembramenti, di questa follia collettiva. Una strafottenza che rischia di paralizzare nuovamente la nostra economia e che ha portato ad una pericolosa impennata di contagi. Ora, con le nuove restrizioni, servirà cambiare rotta, servirà una seria assunzione di responsabilità, o sarà la fine".

15:47 - Ospedale di Scafati saturo, arrivano i carabinieri

Controllo dei carabinieri all'ospedale "Scarlato" di Scafati (Salerno) dove da giorni si registrano code di ambulanze all'esterno. I militari del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore - come riportato da alcuni quotidiani e confermato da fonti investigative - al loro arrivo hanno trovato quattro mezzi di soccorso che attendevano con pazienti all'interno. Un equipaggio stava aspettando che si liberasse un posto da circa 24 ore. Gli uomini dell'Arma, guidati dal tenente colonnello Rosario Di Gangi, hanno appurato che l'ospedale non riceveva per saturazione. In queste ore sono in corso ulteriori accertamenti per verificare come vengono assegnati gli interventi e se il tutto stia funzionando in maniera corretta. A Scafati negli ultimi giorni si sta vivendo una situazione definita insostenibile dagli stessi operatori sanitari. L'ospedale è saturo soprattutto a causa del grave aumento di contagi che ha interessato il territorio dell'Agro Nocerino Sarnese. Soltanto a Scafati i cittadini attualmente positivi sono 1336, una percentuale altissima che sta mandando in tilt la rete ospedaliera. 

13:15 - Controlli a Napoli, sanzioni per 5 persone

La polizia a Napoli ha identificato ieri 204 persone sanzionandone 5 per non osservanza delle misure anticovid poiché prive di mascherina e perché non rispettavano il distanziamento sociale. L'intervento dei poliziotti del Commissariato San Ferdinando è stato effettuato nell'ambito dei servizi di controllo del territorio nella zona dei "baretti" nel quartiere Chiaia e sul lungomare, in particolare in via Partenope. 

10:54 - Festa per i 18 anni, 12 giovani multati a Ischia

Festa "clandestina" ieri alla vigilia della zona rossa nell'isola di Ischia. Dodici giovani in un hotel con musica e buffet, tutti sanzionati dai carabinieri. Erano le 22:30 circa e in 12 - 8 maggiorenni e 4 minorenni - festeggiavano il 18mo compleanno di uno di loro in un hotel di Forio D'Ischia. Quando i militari della locale stazione sono intervenuti hanno sanzionato i presenti e anche il titolare della struttura, poi chiusa per 5 giorni.

10:35 - Assembramenti di ragazzi, il sindaco di Marcianise: “È una partita persa”

Contro gli assembramenti di giovani è una "partita persa". Lo dice, in un post pubblicato su Facebook, il sindaco di Marcianise (Caserta) Antonello Velardi, che se la prende con i genitori, scrivendo di "fallimento dei nostri modelli educativi". "Alle nove di sabato sera sono ancora in Comune - si legge nel post - e dalla piazza mi arrivano le urla dei ragazzi che sciamano, a gruppi, senza ovviamente alcun distanziamento, la quasi totalità senza le mascherine. Le ragazze sono le più infervorate. Sono intervenute più volte le forze dell'ordine per disperdere questi gruppi urlanti: sono tutti minorenni e diventa complicato anche elevare una contravvenzione. Mi rendo sempre più conto che a nulla valgono le regole se non c'è la consapevolezza di volerle rispettare. Occorrerebbe - aggiunge - un carabiniere o un poliziotto dietro ogni marcianisano. Rifletto su queste scene: sono la dimostrazione del grande fallimento dei nostri modelli educativi. Ma a fallire sono state le famiglie, i grandi sconfitti sono i genitori". Velardi dà poi conto dell'incremento dei contagi a Marcianise, comune che nel corso della seconda ondata fu zona rossa, insieme col vicino centro di Orta di Atella; ad oggi le persone positive a Marcianise sono 221, ma a preoccupare è la contagiosità della variante inglese, che colpisce soprattutto i giovani. "I dati - scrive ancora Velardi - segnalano il coinvolgimento sempre di più dei minorenni e questi minorenni continuano ad avviarsi verso il Covid, ad incrociare la vita sul crinale della morte. Mentre i loro genitori sono a casa, o magari anche loro per strada, o magari su Facebook a protestare per i pochi controlli. Senza chiedere ai figli dove sono stati, senza chiedersi perché i figli a quest'ora non stanno a casa come è d'obbligo secondo le norme anti-Covid. È una partita persa, non c'è gara contro l'idiozia umana. Tra quelli che stasera sono sotto al Comune, ci saranno nei prossimi giorni nuovi positivi. È inevitabile" conclude il sindaco di Marcianise.

8:07 - Nel Salernitano code di ambulanze davanti all'ospedale

Fonti sanitarie definiscono "insostenibile" la situazione che si sta registrando in queste ore al Covid Hospital Mauro Scarlato di Scafati (Salerno). La struttura ospedaliera, riconvertita sin dall'inizio della pandemia, è al collasso da diversi giorni e all'esterno si stanno registrando di continuo code di ambulanze. Fino a metà di ieri pomeriggio vi erano sei mezzi in attesa con all'interno pazienti contagiati. Il personale medico sta facendo il possibile per consentire il ricovero degli ammalati che sono in attesa di un posto letto. Uno scenario legato anche al grave aumento di contagi che sta interessando in queste settimane la provincia a nord di Salerno: soltanto nelle ultime ore a Scafati sono stati riscontrati 92 nuovi positivi. Sono 259, invece, i contagi individuati nei comuni dell'Agro Nocerino Sarnese, più della metà rispetto all'intera provincia (440).

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.