Covid, in Campania 900 nuovi positivi su quasi 15mila tamponi eseguiti

Campania
©Ansa

Lo rende noto l'Unità di crisi regionale, che ha discusso anche il piano regionale per la prima tranche delle vaccinazioni. Alla riunione ha partecipato anche il governatore De Luca

A fronte di 14.757 tamponi, sono 900 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Campania. Lo comunica l'Unità di crisi.

Il piano regionale per la prima tranche delle vaccinazioni, che è stato presentato al Ministero della Salute con i 27 punti per la somministrazione delle dosi ai sanitari e agli operatori delle Rsa, è stato al discusso in una riunione dell'Unità di Crisi della Regione Campania alla quale ha partecipato anche il governatore Vincenzo De Luca. I responsabili delle Asl e degli ospedali hanno avviato la raccolta delle adesioni degli operatori sanitari che intendono sottoporsi al vaccino.

Nel corso della riunione delle Regioni con i Ministri Boccia e Speranza e il commissario Arcuri, la Regione Campania oggi ha espresso netta contrarietà a un Piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase, non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno.

A Rotondi, in Irpinia, prenderà il via domani lo screening di massa per scongiurare un nuovo focolaio covid dopo un funerale celebrato sabato scorso, al quale ha preso parte la madre del defunto risultata poi positiva. Almeno 80 le persone in quarantena. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI)

19:15- Focolaio a Rotondi: al via domani screening di massa

Prenderà il via domani lo screening di massa a Rotondi, in Irpinia, disposto dall’Asl di Avellino per evitare che si accenda un nuovo focolaio Covid, dopo un funerale, celebrato sabato scorso, di una persona risultata positiva post mortem. Alle esequie era presente la madre del defunto, risultata positiva nella serata di lunedì. Attualmente, sono almeno 80 le persone in isolamento, compreso il parroco del paese, il quale, anche dopo le esequie, ha continuato a celebrare funzioni e a confessare i fedeli.

18:43 - Positivi in calo nel Casertano

Sono poco più di duecento (202) i nuovi positivi nelle ultime 24 ore nel Casertano su 2502 tamponi effettuati, con un rapporto tra test e contagiati dell'8%, in calo come avviene ormai da giorni. Il report giornaliero dell'Asl di Caserta certifica oltre ottocenti i guariti (823), per un totale di 7056 persone attualmente contagiate dal Covid. Numeri molto positivi, che si scontrano però con la conta dei morti, che si arricchisce ogni giorno di più: oggi sono 4 le vittime del Coronavirus, ieri erano state nove. Da inizio pandemia, sono 345 le persone deceduta causa Covid nel Casertano. Migliorano sensibilmente i numeri nei singoli Comuni, con Aversa e Caserta, in cui si registrano rispettivamente 530 e 367 persone attualmente positive, lontane dai picchi di novembre, quando i positivi erano oltre mille; va meglio la situazione anche a Marcianise (473) e Maddaloni (300), anche se i numeri restano comunque alti. 

17:51 - La Campania contesta Piano attribuzione vaccini

Nel corso della riunione delle Regioni con i Ministri Boccia e Speranza e il commissario Arcuri, la Regione Campania oggi ha espresso netta contrarietà a un Piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase, non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno. Lo afferma una nota della Regione. La Campania, infatti, ha proposto che in fase di prima ripartizione del vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole Regioni. Tale proposta non è stata accolta, e si sta procedendo con un Piano che "prevede evidenti e immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni".

17:33 - Somma Vesuviana: giù contagi, stop servizio ambulanza

Cala la curva dei contagi così come le richieste del soccorso domiciliare a Somma Vesuviana (Napoli), ed il sindaco Salvatore Di Sarno sospende il servizio comunale con autoambulanza riservato ai soli contagiati covid del territorio. La media giornaliera di nuovi contagiati, infatti, è passata dagli oltre sessanta di un mese fa, ai 7 positivi. "Forse stiamo uscendo dal tunnel - ha detto Di Sarno - oggi abbiamo registrato solo due positivi, ed attualmente sono il numero dei contagiati attivi è passato da 800 agli attuali 131. Calate di molto le richieste anche di intervento domiciliare. Per questo ho deciso di sospendere il servizio attivato con soli fondi comunali, ma sono pronto a riattivarlo qualora l'emergenza sanitaria dovesse nuovamente crescere. Ringrazio il team della 'Misericordia' che ha operato brillantemente in questa fase drammatica". Secondo Di Sarno il calo dei contagi è frutto dei provvedimenti adottati in questi mesi, con la chiusura degli edifici scolastici già prima delle decisioni adottate dalla Regione Campania, oltre alla chiusura dei luoghi pubblici come piazze e circoli ricreativi, ed il divieto assoluto di assembramenti. 

17:26 - Napoli: controlli Ps, 26 sanzioni anti covid

Nella giornata di ieri, a Napoli, gli agenti del commissariato Vicaria Mercato hanno intensificato i controlli in vista delle imminenti festività natalizie. Complessivamente sono state 26 le contestazioni che gli agenti hanno notificato ad altrettante persone ritenute responsabili di avere violato le norme anti covid. 

16:56 - Morta in ospedale a Napoli, riesumata la salma

E' stata riesumata, stamattina, nel cimitero di Secondigliano, a Napoli, la salma di Giuseppina Liccardo, la 45enne affetta da gravi problemi renali, deceduta lo scorso 12 novembre nella terapia intensiva dell'ospedale Cardarelli di Napoli dove era stata trasferita dopo essere risultata positiva al Sars-Cov-2. La donna si era recata in ospedale il 2 novembre a causa di preoccupanti dolori al petto. La salma della 45enne è stata trasferita in un ospedale del Napoletano dove, verosimilmente, dovrebbe essere sottoposta a un esame autoptico. Sulla morte della signora Liccardo, dallo scorso 24 novembre, sta indagando la Procura di Napoli (sostituto procuratore Eliana Esposito, procuratore aggiunto Simona Di Monte). Un'indagine scaturita a seguito della denuncia presentata lo scorso 20 novembre dall'avvocato Maria Laura Masi, legale dei familiari della donna, che soffriva di problemi renali e per questo era dializzata. Giuseppina Liccardo, secondo quanto riferisce la famiglia, si era recata in ospedale a causa di dolori al petto: lì, come da prassi, è stata sottoposta a un test rapido tampone che risultò positivo al coronavirus. Il suo stato di salute, però, non appariva preoccupante, almeno secondo quanto si vede nei video che inviava alla sorella. Secondo quanto rende noto la famiglia nella denuncia presentata agli inquirenti, Giuseppina si era sottoposta a un tampone, risultato negativo, alla fine dello scorso ottobre. Il 9 novembre è stata sottoposta invece a tampone naso-faringeo e anche questa volta è risultata positiva al virus. Quattro giorni dopo Giuseppina, dopo essersi aggravata, è deceduta nel reparto di terapia intensiva. 

16:35 - In Campania 900 nuovi positivi

Sono 900 i nuovi positivi al Covid -19 in Campania, (asintomatici: 815, sintomatici: 85) su 14.757 tamponi eseguiti. Lo comunica l' Unità di crisi regionale. I morti sono 34, 10 dei quali nelle ultime 48 ore, e 24 registrati ieri, ma risalenti ai giorni precedenti. Il totale dei positivi sale a 176.600, il totale dei tamponi eseguiti a: 1.844.893 I morti sono 2.424 , ed i guariti: 85.972.

16:27 - Finora 129 lavoratori positivi e tre decessi nell’Eav

129 dipendenti positivi al Covid-19, ovvero quasi il 4% dell'intera forza lavoro, gran parte dei quali già regolarmente rientrati in servizio. Sono i numeri legati all'emergenza pandemica all'interno dell'Ente autonomo Volturno, società specializzata in trasporto pubblico. A comunicare i dati è l'ufficio stampa di Eav, che sottolinea come tra i lavoratori positivi vi siano stati anche tre decessi (con un indice di letalità pari dunque a circa il 2,3%). “Si evidenzia - spiegano dall'azienda - come le percentuali di positività e di letalità registrate in Eav sono sostanzialmente in linea con i dati registrati a livello nazionale. Il che conferma che l'attività lavorativa è stata gestita in modo adeguato rispetto alla normativa anti-Covid e non ha inciso quindi in senso negativo, complessivamente, il rischio di contagio in azienda rispetto a quello di un normale cittadino, grazie al senso di responsabilità di tutti i lavoratori coinvolti”.

13:02 - Montesano sulla Marcellana, morto 50enne

Un uomo di 50 anni originario di Montesano sulla Marcellana, in provincia di Salerno, è morto per aver contratto il Covid-19.L'uomo, già con gravi patologie pregresse, da qualche giorno era ricoverato presso il reparto Covid dell'ospedale di Polla. Anche il padre del 50enne è deceduto nei giorni scorsi a causa del coronavirus

13:01 - De Magistris: "Confusione su misure Natale non aiuta"

''Questa confusione, questo pressappochismo e questa inadeguatezza non aiutano. Non si può dire un giorno che ci stiamo preparando a diventare tutti gialli e poi appena due-tre giorni dopo che saremo tutti rossi''. E' l'opinione espressa dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a La7 rispetto alle voci che si rincorrono sulle misure che il Governo si appresta a varare per le festività natalizie. Secondo de Magistris ''il dibattito sulla gente che in Italia, come nelle altre parti del mondo, se può uscire lo fa, e indossando la mascherina, per andare a comprare qualcosa, diventa il dibattito dell'assurdo''.

12:50 - De Magistris: "Sono preoccupato, povertà in aumento"

''Sono molto preoccupato perché vedo un aumento della povertà anche se a Napoli è molto cresciuto il senso di solidarietà e di fratellanza che dimostra come questa città abbia un grande cuore''. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a 'L'aria che tira' su La7. ''Non c'è dubbio che la pandemia abbia acuito le disuguaglianze'' ha sottolineato il sindaco che ha portato come esempio le circa 50mila domande che sono giunte al Comune di Napoli per ricevere il buono alimentare. ''Si tratta - ha evidenziato - di circa un quarto della popolazione cittadina, sono persone prive di reddito e con molti figli. La situazione è gravissima dal punto di vista sociale ed economico e non solo a Napoli''. Una condizione che secondo de Magistris ''era assolutamente prevedibile. Si ha l'impressione che il Governo rincorra il virus anche rispetto alla pandemia sociale con ritardi per fare arrivare i ristori''.

11:32 - Torre Annunziata, 80 nuovi casi e tre decessi

Tre decessi e ottanta nuovi casi di positività al Covid-19. È drammatico il bilancio, relativo agli ultimi cinque giorni, diramato dal sindaco di Torre Annunziata (Napoli) Vincenzo Ascione, solo in parte mitigato dalle 41 avvenute guarigioni. Dati questi che portano il numero dei cittadini attualmente positivi a quota 259, 19 dei quali risultano ricoverati. Sale a 27 invece il bilancio delle vittime dall'inizio dell'emergenza pandemica: ''Purtroppo - afferma il sindaco Ascione - altri tre nostri concittadini hanno perso la vita a causa del Covid-19. L'amministrazione comunale esprime profondo cordoglio e partecipa al dolore dei familiari per la dolorosa perdita dei propri cari''.

11:31 - Torre del Greco, due messe per le quasi 60 vittime

Una giornata di preghiere per ricordare le quasi sessanta vittime del Covid. È quella promossa a Torre del Greco (Napoli) dal XIII Decanato e patrocinata dall'amministrazione comunale. ''L'iniziativa - si legge in un comunicato diramato dal Comune - nata dalla considerazione che la città di Torre del Greco risulta avere uno dei bilanci più gravi in termini di vite umane nell'ambito della crisi epidemiologica in tutta la regione, intende rivolgere un momento di conforto e di vicinanza a quanti hanno vissuto il dramma del virus''. Prevista per lunedì 21 dicembre un'intera giornata di preghiera e riflessione, animata dal presbiterio torrese attraverso due celebrazioni eucaristiche, nelle chiese di Santa Maria del Popolo e Santa Maria La Bruna, alle quali parteciperanno solo i familiari delle vittime, nel rispetto delle normative di contenimento della diffusione epidemiologica. Le stesse celebrazioni saranno trasmesse in diretta sulle emittenti locali e sui canali social delle parrocchie.

11:10 - Napoli, violano coprifuoco e lanciano sassi contro auto carabinieri

In strada alle 2 di notte a dispetto del coprifuoco, alla vista dei carabinieri hanno lanciato alcuni sassi contro la vettura dei militari. Protagonisti sei ragazzi, quattro maggiorenni e due minorenni di 15 e 17 anni, tutti denunciati e sanzionati per il mancato rispetto delle normative Covid. È avvenuto a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli, in via Ravello. I giovani alla vista dei carabinieri sono scappati cercando di far perdere le proprie tracce. Tra loro alcuni hanno cominciato a lanciare sassi all'indirizzo dei militari. Uno di questi ha scheggiato il parabrezza dell'auto danneggiandolo. La sassaiola non ha impedito comunque ai militari di raggiungere i sei, e di fermarli e identificarli. Denunciati a piede libero dovranno rispondere di resistenza e danneggiamento aggravato.

10:04 - Natale, "spesa sospesa" nel Casertano

"Spesa sospesa" a Cesa, nel Casertano. Un progetto voluto dal Comune guidato da Vincenzo Guida, che sta muovendo i primi passi sulla base dello slogan "Chi può doni, chi non può prenda". I volontari delle associazioni che hanno aderito all'iniziativa, denominata "Natale Solidale al tempo del Covid", hanno iniziato a raccogliere le adesioni dei commercianti per il progetto 'Spesa Sospesa'. "Nei negozi - spiega il consigliere comunale Gina Migliaccio - le persone troveranno un annuncio, talvolta un carrello, per donare. Chi è interessato potrà lasciare dei prodotti e porli nel carrello o, semplicemente, donare una somma di danaro. Quello che sarà raccolto sarà distribuito a chi ne ha bisogno". Sono dieci al momento gli esercizi commerciali che hanno aderito.

9:06 - Torre del Greco, altri due morti: totale sale a 57 decessi

Altri due morti tra i soggetti positivi al Covid-19 a Torre del Greco (Napoli). Ad annunciarlo è il sindaco della città vesuviana, Giovanni Palomba, al termine del consueto punto al Centro operativo comunale di stanza a palazzo Baronale. Il primo cittadino, sentite Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionale, ha annunciato che a perdere la vita sono stati P.P. di 83 anni e V.A. 62 anni, il primo in isolamento domiciliare e l'altro in ospedale. Sale dunque a quota 57 il numero complessivo dei torresi che hanno perso la vita a causa del Coronavirus da inizio pandemia. Si registrano inoltre sette nuovi casi di positività al tampone e 29 guarigioni tra i cittadini in precedenza risultati contagiati. Sulla scorta di questi dati, scende sotto quota 400 il numero complessivo dei soggetti ancora positivi, arrivando a quota 394, di cui 31 in regime ospedaliero.

7:07 - Piano vaccini, si cercano sanitari volontari

Il piano regionale per la prima tranche delle vaccinazioni, che è stato presentato al Ministero della Salute con i 27 punti in cui saranno somministrati i vaccini ai sanitari e agli operatori delle Rsa, è stato al centro di una riunione dell'Unità di Crisi della Regione Campania per il covid 19, con la partecipazione del governatore Vincenzo De Luca. I responsabili delle Asl e degli ospedali stanno anche avviato la raccolta delle adesioni degli operatori sanitari che intendono sottoporsi al vaccino. Anche per loro, infatti, la vaccinazione non è obbligatoria e quindi, nei prossimi gironi, la Campania avrà il numero della prima vaccinazione a loro riservata. In totale il numero è di circa 160.000 operatori. Un primo quadro di chi accetta il vaccino è atteso per venerdì. Nella riunione è stato anche toccato il tema dell'affollamento delle vie dello shopping e resta l'attesa della Campania per le decisioni del governo sui giorni di Natale e Capodanno, dalla Regione confermano una linea di assoluto rigore sulla prevenzione covid e su festività senza cenoni.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.