Coronavirus Napoli, festa San Gennaro: niente folla né bacio reliquie

Campania

La celebrazione del 19 settembre, durante la quale si attende il miracolo della liquefazione del sangue, avverrà con non più di 200 persone in Cattedrale. Sono previsti maxischermi nella Basilica di santa Restituta e sul sagrato del Duomo. Severamente vietati gli assembramenti

Festa ridotta per San Gennaro, patrono di Napoli e della Campania. La celebrazione del 19 settembre, durante la quale si attende il miracolo della liquefazione del sangue, avverrà con non più di 200 persone in Cattedrale, compresi celebranti e coro. È previsto un maxischermo nella  Basilica di santa Restituta per altre 100 persone e altri due maxischermi sul sagrato del Duomo per 300 persone. Severamente vietati gli assembramenti e il tradizionale bacio dei fedeli alle reliquie del sangue del Patrono, ha spiegato oggi il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. (DIRETTA - MAPPE DEL CONTAGIO)

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24