Coronavirus Campania, 60 casi e nessun decesso

Campania

Dei nuovi contagi, 4 sono provenienti dall'estero o da contatti di precedenti casi di rientro. Quattro, invece, i guariti. Questi i dati del bollettino di oggi dell'Unità di crisi della Regione Campania

Sessanta persone (delle quali 4 provenienti da estero o contatti di precedenti casi di rientro) su 4.269 tamponi sono risultate positive in Campania nelle ultime 24 ore. Questi i dati del bollettino di oggi dell'Unità di crisi della Regione Campania per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologia da Covid-19. Il totale dei positivi è di 5.584 unità mentre qiello dei tamponi è di 379.352; non si registrano decessi mentre i guariti del giorno 4.

Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ieri ha annunciato durante una diretta Facebook: "A fine agosto vedremo se chiedere o no al governo di ripristinare la limitazione della mobilità intraregionale. Lo decideremo tra 15 giorni con grande determinazione, salvo i casi di motivi di lavoro o di salute. Ci regoleremo anche sui contagi nel resto d'Italia". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA).

18:49 - Pozzuoli, niente mascherine: multati 8 locali pubblici

Otto locali pubblici, operanti nell'ambito della ristorazione, sono stati multati a Pozzuoli (Napoli) dalla Polizia municipale nel corso dei controlli per l'applicazione della normativa anti Covid. Nel mirino, i locali della movida tra il centro storico ed il litorale. In particolare, da parte dei tutori dell'ordine, è stato riscontrato il mancato rispetto dell'ordinanza regionale 66 dello scorso 8 agosto, ossia titolari e camerieri a contatto con la clientela sono stati sorpresi sprovvisti di dispositivo di protezione individuale. I trasgressori sono stati sanzionati con multe da mille euro ciascuno. Nel corso dell'operazione, è stato sanzionato con una multa di duemila euro, anche il titolare di un locale pubblico in via Campana, che, sprovvisto di autorizzazione, e contravvenendo ad una specifica ordinanza del sindaco, diffondeva musica dopo la mezzanotte. 

16:50 - In Campania 60 casi e nessun decesso

Sessanta persone (delle quali 4 provenienti da estero o contatti di precedenti casi di rientro) su 4.269 tamponi sono risultate positive in Campania nelle ultime 24 ore. Questi i dati del bollettino di oggi dell'Unità di crisi della Regione Campania per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologia da Covid-19. Il totale dei positivi è di 5.584 unità mentre qiello dei tamponi è di 379.352; non si registrano decessi mentre i guariti del giorno 4.

12:09 - Dg Cotugno: "Situazione per ora ok ma rischio emergenza"

"La situazione per ora è sotto controllo - spiega all'ANSA il direttore generale dell'Azienda dei Colli, Maurizio Di Mauro, da cui dipende l'ospedale napoletano Cotugno -, il sistema sanitario regionale è pronto ma c'è il rischio concreto di ripiombare nell'emergenza con conseguenze pesanti. Faccio un appello a tutti: per favore, usate le mascherine, attuate il distanziamento sociale, rispettate l'igiene personale altrimenti si creano situazioni pericolose".
Oggi al Cotugno sono ricoverati 11 pazienti in terapia sub-intensiva (su 8 posti previsti dal piano predisposto per il Covid), due in terapia intensiva (di cui uno intubato) su 8 posti posti, e 16 pazienti in reparto ordinario (su 16 previsti). "Il nostro impegno - sottolinea Di Mauro - è quello di affrontare l'emergenza senza porsi limiti nell'accoglimento dei pazienti; si aumentano i posti se necessario senza ricorrere subito allo spostamento in altre strutture ospedaliere, spostamento pure previsto in caso di necessità".

10:47 - De Magistris: "Napoli è all'altezza della sfida Coronavirus"

"Nessuno pensava di vivere per mesi una pandemia mondiale - scrive il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris su Facebook -. La vita è dura e difficile di questi tempi, per tanti, anche se in maniera diversa. La mia città ha dimostrato grande responsabilità e maturità ai tempi del lockdown. I napoletani bravi e rigorosi, a cominciare dai nostri giovani. Negli ultimi mesi, riaccesi lentamente i motori in Italia, Napoli si sta dimostrando, ancora una volta, all'altezza della sfida che la storia ci ha riservato. In nessuna grande città italiana si registra un tale numero di iniziative culturali ed attività varie nel rispetto delle norme anti-covid".

10:03 - San Giorgio a Cremano, quattro migranti positivi

Quattro ospiti del Centro di accoglienza straordinaria in via don Giuseppe Morosini a San Giorgio a Cremano (Napoli) sono risultati positivi al Coronavirus a seguito del tampone. A darne notizia il sindaco, Giorgio Zinno sulla pagina Facebook. ''Sono tutti in buono stato di salute, asintomatici e la loro positività é stata scoperta grazie alla mappatura dei contatti come ormai facciamo da mesi sul territorio - spiega il primo cittadino - Nel ricordare che il Comune non ha alcuna competenza sulla struttura, per evitare problemi di ordine pubblico, ho già chiesto al prefetto e al questore di rafforzare i controlli e di ospedalizzare gli ospiti, anche se asintomatici, per evitare il diffondersi del virus all'interno della struttura. Tutti i migranti positivi al Covid-19 sono da anni in Italia e hanno contratto il virus sul nostro territorio. La situazione è attualmente sotto controllo''. Un invito alla prudenza viene rivolto, in questi giorni, ai cittadini perché mettano in pratica forme di prevenzione utilizzando mascherine e rispettando il distanziamento sociale. ''A San Giorgio a Cremano non ci sono situazioni di particolare rischio per la popolazione, ma è del tutto evidente che è fondamentale la collaborazione tra tutte le istituzioni preposte per garantire la sicurezza a tutti - ammonisce il sindaco - Ovviamente siamo tutti chiamati ad una maggiore responsabilità se non vogliamo andare verso un nuovo lockdown, ma i concittadini sangiorgesi hanno già dimostrato la loro responsabilità e continueranno a farlo''.

9:21 - Due ventenni positivi a Torre del Greco

Due nuovi casi di contagio da Covid-19  a Torre del Greco. A comunicarlo è il Centro operativo comunale, presieduto dal sindaco Giovanni Palomba, in assetto permanente nella sede dell'ente a palazzo Baronale, che in una nota precisa come si tratti ''dell'accertata positività, a mezzo tampone, di due giovani - l'uno di 22 anni, l'altro 23 - attualmente in isolamento domiciliare di rientro da un soggiorno estivo in località turistiche italiane''. Sale a tre il numero dei soggetti positivi al Covid-19 residenti nella città vesuviana, tutti asintomatici.
''È una fase delicata - dice il primo cittadino - ma prevedibile anche per la nostra città. Continuiamo a registrare una diffusione del contagio, in particolare, tra i più giovani e anche in questo caso i due ragazzi avrebbero contratto il virus in località nelle quali si trovavano per trascorrere le proprie vacanze. Invito i cittadini a restare tranquilli e a continuare nella puntuale applicazione delle misure preventive stabilite per contrastare la diffusione epidemiologica del Covid; mi riferisco soprattutto all'utilizzo delle mascherine e al distanziamento sociale. Siamo vigili e pronti a gestire anche questa ulteriore situazione emergenziale, ma necessaria è la collaborazione di tutti i torresi''.

7:30 - Nuovo mini focolaio ad Aversa

Per un focolaio da Covid-19 che sembra spegnersi, quello di Roccamonfina (restano 19 i positivi), ce n'è un altro nel Casertano che prende piede, questa volta in una città ben più grande, ovvero Aversa, secondo centro della provincia. Ventuno i casi in più nel Casertano, per un totale di 130 positivi attuali. Ma come detto l'attenzione si sposta su Aversa, dove il sindaco Alfonso Golia ha comunicato otto nuove positività, che si aggiungono alle dodici emerse negli ultimi giorni, collegate a ragazzi rientrati da una vacanza all'estero. "I casi di Coronavirus attivi nella nostra città - spiega su facebook Golia - sono saliti a 20. Stanno tutti abbastanza bene, sono per la gran parte giovani asintomatici anche se c'è qualcuno che ha febbre e lievi difficoltà respiratorie. Nella serata di ieri - prosegue il primo cittadino - ho deciso di ripristinare l'obbligo di utilizzare le mascherine all'aperto e oggi ho chiesto alle forze dell'ordine più controlli per il rispetto di tutte le normative attualmente vigenti per ridurre il rischio contagio da Covid. Ne approfitto per invitare tutti alla calma e a non effettuare la caccia al positivo. Nei giorni scorsi su WhatsApp sono circolate false liste, gravemente lesive della privacy delle persone". Golia dà conto anche di voci false e allarmistiche relative al numero di contagiati. "Oggi pomeriggio, invece, circolava un numero sballato di nuovi positivi. Un numero talmente alto che ha generato apprensione e panico. Vi invito ad attingere solo a fonti ufficiali. Non ho mai nascosto nulla e continuerò ad agire con la massima trasparenza"

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.