Terra dei fuochi, operazione contro i roghi: sequestri e denunce

Campania

Oltre mille metri quadrati di terreni sono stati sequestrati e circa 70mila euro di sanzioni comminate durante l'operazione 'Action Day' realizzata con il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta

Oltre mille metri quadrati di aree sono stati sequestrati e circa 70mila euro di sanzioni comminate durante l'operazione 'Action Day', contro il fenomeno dei roghi in Campania, scattata nella Terra dei fuochi con la collaborazione di tutte le forze dell'ordine e con il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta.

L'operazione 'Action day'

Durante l'operazione, comunicata dal Ministero dell'Ambiente, sono state controllate 4 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 2 hanno ricevuto una multa. Ventisei le persone identificate, di cui 4 denunciate (tra lavoratori irregolari e autori di illeciti ambientali). Sono stati passati al setaccio molti veicoli e anche barche. Nel corso della mappatura aerea è stato inoltre individuato uno stabilimento balneare all'interno del quale è stata scoperta una gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, scarichi abusivi e una discarica abusiva: gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati ai proprietari.

Le forze in campo

Sono stati usati anche i droni 'Raven' dell'esercito, raggruppamento Terra dei fuochi, e gli elicotteri della guardia di finanza, consentendo un più ampio controllo del territorio. Hanno operato militari dell'esercito appartenenti al Raggruppamento Campania, alla guardia di finanza di Pozzuoli, alla guardia di finanza di Napoli, ai carabinieri di Pozzuoli e Bacoli, ai carabinieri Forestali di Licola (Na), agenti della polizia metropolitana di Napoli, e di quella di Pozzuoli, tecnici dell'Arpac di Napoli, militari della guardia di finanza di Mondragone (Ce), carabinieri Territoriali di Cancello ed Arnone (Ce), uomini della polizia di Castel Volturno (Ce), della polizia municipale di Cancello ed Arnone (Ce), e della guardia costiera di Castel Volturno (Ce) e tecnici all'Asl di Caserta (sezione Veterinaria).

Costa: “La lotta continua fino a roghi zero”

"La lotta agli ecoreati nella Terra dei Fuochi non si arresta, il piano delle Prefetture di Napoli e Caserta sta producendo ottimi risultati. Il nostro obiettivo è arrivare a roghi zero, perché commettere reati ai danni del territorio significa attentare alla salute dei cittadini. Questi criminali vanno perseguiti con ogni mezzo e puniti senza sconti", ha affermato il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. "Il mio personale ringraziamento va al viceprefetto Filippo Romano, incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania e a tutto il personale impegnato senza sosta in questa lotta", ha concluso Costa.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24