Coronavirus Napoli, operai Whirlpool in fabbrica per corso sicurezza

Campania

A un mese dalla chiusura, la produzione ripartirà lunedì. A ciascun lavoratore saranno consegnate due mascherine ogni giorno, guanti, prodotti per l'igienizzazione delle postazioni di lavoro e una brochure con le indicazioni da seguire

A un mese dalla chiusura a causa dell’emergenza coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - MAPPE E GRAFICI), la produzione dello stabilimento Whirlpool di Napoli riprenderà lunedì. Tuttavia, gli operai sono tornati già oggi in fabbrica per seguire corsi di formazione sulle nuove misure di sicurezza e i nuovi standard che verranno adottati per garantire la salute. A ciascun lavoratore saranno consegnate due mascherine ogni giorno, guanti, prodotti per l'igienizzazione delle postazioni di lavoro e una brochure con le indicazioni da seguire. La formazione, sottolineano le Rsu, vale come presenza retribuita. 

Accordo azienda-sindacati sulla sicurezza

Intanto, nella giornata di ieri, le Rsu hanno effettuato un sopralluogo nei locali della fabbrica di via Argine, per verificare se gli accordi sulle linee guida di sicurezza sottoscritti con i vertici aziendali negli scorsi giorni siano stati rispettati. Essi prevedono, oltre alla fornitura di dispositivi di protezione individuale, l’igienizzazione e la sanificazione degli ambienti, il mantenimento delle distanze di almeno un metro, la misurazione delle temperature prima di accedere al sito, tutele per i soggetti più vulnerabili per condizioni di salute, l'adozione di procedure finalizzate a evitare assembramenti nelle mense e negli spogliatoi. Inoltre, come riferito dalle sigle sindacali in una nota, Whirlpool sta valutando di fare ricorso a programmi di test sierologici.

Napoli: I più letti