Coronavirus Campania, in Regione 4.238 positivi e 332 decessi

Campania

Il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, ha annunciato la positività di altre sei persone rpesso la Clinica di Santa Maria del Pozzo. Il totale sale a sette

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

Su 2.623 tamponi eseguiti in Campania ieri 53 sono risultati positivi portando il totale dei contagiati dal coronavirus a 4.238 sui 58.324 tamponi effettuati da inizio emergenza. Lo rende noto l'Unità di Crisi della Regione Campania. Intanto, il sindaco di Somma Vesuviana ha annunciato la positività di altre sei persone presso la Clinica di Santa Maria del Pozzo. Il totale sale a sette. Stando ai dati dell'Asl locale, per la prima volta, dagli inizi di marzo, si registrano zero contagi tra Salerno e provincia.
A Ercolano, alcuni ristoratori si sono radunati in via IV novembre - muniti di mascherine e mantenendo le distanze di sicurezza - per protestare contro l'ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca che consente l'apertura, a partire dal 27 aprile e fino al 3 maggio, dei servizi di ristorazione secondo modalità e orari stabiliti. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:00 - In Campania 5 vittime e 68 guariti in un giorno

Cinque nuove vittime e 68 guariti: è il bilancio della giornata di ieri sul fronte Covid in Campania, fornito dall'Unità di crisi e aggiornato alla mezzanotte scorsa. Il totale dei positivi è di 4.238 su 58.324 tamponi. Quello dei deceduti sale a 332, quello dei guariti a 928, di 855 totalmente guariti e 73 clinicamente guariti, in attesa dei due tamponi consecutivi finali. Ecco il riparto per provincia dei contagi. Napoli: 2.316 (di cui 874 in città e 1442 nell'hinterland); Salerno: 640; Avellino: 432; Caserta: 404; Benevento: 171. Altri in fase di verifica Asl: 275. 

17:37 - Dal Comune di Napoli altre 1000 mascherine ai veterinari

Ancora mille mascherine, dopo quelle già offerte nei giorni scorsi, per i medici veterinari di Napoli e del suo hinterland. Stamani il sindaco Luigi de Magistris le ha consegnate ai rappresentanti dell'Ordine professionale Luigi Navas e Nicoletta Murru che hanno ringraziato il primo cittadino di questo ulteriore gesto di vicinanza alla categoria. Era presente anche l'assessora alla Salute Francesca Menna. 

17:34 - 10mila mascherine al Cardarelli da pastificio

Diecimila mascherine FFP2 sono state donate oggi dal pastificio Guido Ferrara di Nola (Napoli) all'ospedale Cardarelli di Napoli. I dispositivi sono stati consegnati oggi al direttore generale della struttura ospedaliera Giuseppe Longo. "In un momento così difficile per il nostro Paese è quanto mai doveroso - dice l'amministratore unico Luca Ferrara - contribuire per rendere meno difficile il lavoro di quanti, tra medici ed operatori sanitari, stanno mettendo a rischio la propria vita per avere ragione del terribile nemico che minaccia ognuno di noi”.
"Consideriamo i gesti come quelli compiuti oggi dal pastificio Ferrara un segnale che ci incoraggia. Non solo un aiuto concreto - sottolinea il direttore generale del Cardarelli, Giuseppe Longo - ma anche riconoscimento al valore del lavoro che il personale sanitario sta portando avanti con dedizione e coraggio”. 

17:32 - Pizza e panini a domicilio, protesta di alcuni ristoratori a Ercolano

Un gruppo di titolari di pub e rosticcerie ha protestato in maniera pacifica, questa mattina, ad Ercolano (Napoli) contro l'ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca che consente l'apertura, a partire dal 27 aprile e fino al 3 maggio, dei servizi di ristorazione secondo modalità e orari stabiliti. Gli esercenti muniti di mascherine si sono radunati in via IV Novembre, mantenendo la distanza sociale, e hanno annunciato che lunedì non alzeranno le saracinesche. Motivo? Gli orari stabiliti nell'ordinanza per bar e pasticcerie (dalle 7.00 alle 14.00) e quelli per ristoranti e pub (esclusivamente dalle 16.00 alle 22.00) con la sola modalità di prenotazione telefonica e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, andrebbero a penalizzare, dal punto di vista economico, categorie di ristorazione già colpite dalla chiusura imposta dai decreti anti Covid. 

15:38 - Stop linea 1 metropolitana Napoli e funicolare Chiaia 25/4 e 1/5

Il 25 aprile e il 1 maggio saranno sospesi i servizio di trasporto della Linea 1 della Metropolitana di Napoli e della funicolare di Chiaia. Le funicolari Centrale e Montesanto effettueranno servizio con gli orari festivi, così come le linee di autobus. Le due funicolari aperte faranno la prima corsa alle 7 e l'ultima alle 20. Queste le decisioni di Anm (Azienda Napoletana Mobilità) in vista delle due prossime giornate di festività nazionale nel periodo dell'emergenza covid19. La limitazione del servizio viene ritenuta dall'Azienda necessaria a contribuire a contenere gli spostamenti dei cittadini in osservanza del Dpcm. Il 25 aprile, festa della Liberazione, e il 1 maggio, Festa dei Lavoratori i parcheggi di Anm resteranno fruibili solo ai clienti abbonati. Resteranno aperti il sistema di scale mobili intermodali del Vomero e l'ascensore della Sanità, mentre gli altri ascensori saranno chiusi.

15:00 - Napoli, Kimbo sostiene l'ospedale Cotugno

Kimbo ha deciso di effettuare una donazione di carattere sanitario indirizzata all'Azienda Ospedaliera dei Colli - Ospedale Domenico Cotugno di Napoli per supportare la struttura nella cura dei pazienti affetti da Covid-19. Lo rende noto l'azienda in un comunicato dove spiega che "sulla base delle reali necessità espresse dall'ospedale partenopeo, Kimbo fornirà un impianto di telemetria: una strumentazione che consente il monitoraggio costante di 50 pazienti in terapia sub intensiva, verificando costantemente alcuni parametri come Ecg (elettrocardiogramma) e SpO 2 (saturazione di ossigeno). Questi parametri vengono costantemente inviati ad una consolle centrale che consente agli operatori sanitari di monitorare tutti i pazienti contemporaneamente e ricevere alert nel caso in cui qualche parametro sia oltre i limiti definiti. L'apparecchiatura sarà dunque di supporto nelle cure dei pazienti che non hanno bisogno di un trattamento invasivo, ma che necessitano comunque di uno stretto e costante controllo delle funzioni vitali".

14:44 - Zero nuovi contagi tra Salerno e provincia

Per la prima volta, dagli inizi di marzo, si registrano zero contagi tra Salerno e provincia. È quanto emerge dalla rilevazione Dati epidemiologici ASL Salerno aggiornati alle 10 di ieri 22 aprile 2020. 

14:37 - A Napoli città 14 nuovi casi

Nella città di Napoli nelle ultime 24 ore non ci sono stati decessi da coronavirus. Alle ore 11 di oggi, il numero dei morti resta stabile a 54. I dati, trasmessi dalla Asl Napoli 1 e pubblicati dal Comune di Napoli, evidenziano che crescono i guariti passati dai 192 a 219 attuali. In aumento anche i positivi al Covid-19 che sono 874 con un incremento di 14 unità rispetto a ieri. Stabile il numero degli asintomatici che sono 154 mentre i ricoverati in ospedale sono 160 (+6) di cui in terapia intensiva 13 (+2). In isolamento domiciliare ci sono 441 persone (-19). 

13:44 - Dal rione Montesanto tablet a bambino di Brescia

Dal rione Montesanto di Napoli parte un tablet per un bambino di Brescia, ospitato a "Casa Ronald",che ne ha bisogno per seguire le lezioni della didattica a distanza. Un altro tablet arriverà a Carla, ricoverata a Latina, ed un altro ad un bambino di Torre Annunziata (Napoli), che sarà operato al "Mayer" di Firenze. Sono tutti affetti da malattie rare, ai quali si dedica la "Mattia Fagnoni Onlus", nata nel popolare rione di Napoli. "Assistiamo anche famiglie di bambini con malattie incurabili in Toscana, in Piemonte, e perfino a Milano - dice Simona Marrazzo, 38 anni, che ha fondato l'associazione insieme al marito Francesco - sono famiglie alle quali il Sistema sanitario non basta". 

13:31- A Napoli 200 mascherine trasparenti per i sordi

L’uso della mascherina impedisce ai sordomuti di poter leggere le labbra, strumento per loro indispensabile per rapportarsi con gli altri. Da qui l'idea delle associazioni 'Ciro Vive'e 'Diritto alla salute’ di realizzare mascherine di tnt dotate di una copertura trasparente all'altezza della bocca così che siano visibili le labbra. Le mascherine sono state cucite dalla sarta Anna Novellino e sono state donate stamattina all'Ente Nazionale Sordi (ENS) onlus di Napoli. La consegna si è svolta davanti alla sede del Comune di Napoli, alla presenza del sindaco, Luigi de Magistris. “In queste drammatiche settimane - spiegano le associazioni promotrici - abbiamo compreso che nulla sarà più come prima. Il Covid-19 non risparmia nessuno e ha modificato e modificherà per sempre le nostre abitudini, cambiando il nostro modo di vivere. È il caso anche dei sordi che avranno delle palesi difficoltà nella comunicazione a causa dell'uso delle mascherine 'classiche' che impediscono la lettura del labiale”.

12:29 - Controlli sicurezza lavoro nel Salernitano, sanzioni per sei ditte

Cinque giorni di chiusura e sanzioni amministrative per complessivi 2.500 euro sono i provvedimenti emessi nei confronti di sei aziende del Vallo di Diano, nel Salernitano, per non aver applicato nei luoghi di lavoro i i protocolli in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Si tratta di controlli su aziende agricole, di lavorazione del ferro, ditte di pulizie, di trasformazione della plastica e commercio di prodotti termoidraulici. Nello specifico sono state riscontrate irregolarità in merito alla sanificazione periodica certificata degli ambienti, alla mancata distribuzione e utilizzo dei dispositivi di protezione per i dipendenti e al mancato controllo all'ingresso a lavoro della temperatura corporea dei dipendenti.

10:59 - Napoli, Luigi De Magistris: "Pronti per riaprire cantieri"

Sui cantieri "siamo pronti per partire appena il Governo ci da il via libera. Per adesso ci stiamo organizzando per il 4 maggio, ma, forse, qualche cantiere riusciamo a farlo partire anche prima. Saranno necessari, ovviamente, controlli rigorosi per garantire che si lavori in sicurezza. Siamo molto soddisfatti del lavoro che stiamo facendo, riuscendo a coprire una grossa fascia di persone in difficoltà. Dove invece ci sono le derrate alimentari, siamo arrivati anche a categorie più nascoste, non in grado di essere censite, come migranti e senza tetto; copriamo, per adesso, una fascia tra le 20 e le 30mila persone, ma se il Governo dovesse rifinanziarli, potremmo arrivare a tantissime altre persone". Così il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, a Radio Crc. Per l'estate "tutto è condizionato dalla situazione sanitaria e dai provvedimenti del Governo, quindi non è facile programmare. Noi siamo fiduciosi perché la situazione, a Napoli, è stata gestita molto bene, quindi stiamo lavorando per molte iniziative di attività all'aperto. Più assistenza alle famiglie disagiate, in modo da stare più vicino a giovani ed anziani, più giustizia sociale e più uguaglianza. Si può programmare un'estate a Napoli e il progetto parte con Maggio dei Monumenti. Maggio e Giugno saranno di rodaggio, ma l'estate può essere sia un banco di prova, sia un'opportunità per dimostrare la bellezza e la forza di Napoli. Consegna a domicilio? Finalmente il Presidente della regione ha rivisto un provvedimento che non aveva nessun senso. Le restrizioni giuste sono una cosa, il gusto dell'illogico nel privare cose che non possono essere private e un'altra".

9:44 - Eav: "Stop treni il 25 aprile e l'1 maggio"

Come per Pasqua e Pasquetta, al fine di evitare assembramenti, vietati a causa dell'emergenza Covid-19, "le linee Eav su ferro resteranno chiuse il 25 aprile e il primo Maggio". Lo rende noto il presidente di Eav, Umberto De Gregorio. Il servizio su gomma, invece, funzionerà regolarmente sino alle 13. Una decisione, spiega, presa anche in considerazione delle ordinanze che prorogano fino al 3 maggio il divieto di spostamenti se non per motivi di grave necessità. La chiesta giunge, precisa De Gregorio, "da molti sindaci del territorio (Quarto, Pozzuoli, Ercolano, Portici, San Giorgio a Cremano, Sindaci della costiera sorrentina, ecc.). Per le due festività chi svolge un lavoro legato all'emergenza sanitaria e non ha alternative di trasporto privato, verrà attivato un servizio sostitutivo dedicato alle 7 alle ore 18 di ma bisognerà inviare, entro le 18 di giovedì 23 aprile, una richiesta documentata a r.vallefuoco@eavsrl.it documentando motivi dello spostamento orari, stazione di partenza e di arrivo.  

8:57 - Sequestrate 11mila mascherine senza marchio CEE a San Vitaliano

I carabinieri della stazione di San Vitaliano (Napoli), insieme a quelli della stazione forestale di Marigliano e del Nas di Napoli, hanno denunciato un'imprenditrice di 44 anni per frode nell'esercizio di commercio e contraffazione. Titolare di una ditta tessile, la donna ha sostenuto la fabbricazione di decine di migliaia di mascherine in stoffa, prive delle autorizzazioni medico sanitarie: sui prodotti il marchio di controllo CEE mai conseguito. Sono 11mila le mascherine ritrovate e sequestrate, destinate al mercato nazionale e potenzialmente dannose per la salute. Anche le attrezzature per la produzione sono state poste sotto sequestro.  

7:43 - Il sindaco di Somma Vesuviana: "Altri sei positivi in clinica vesuviana"

"Purtroppo è giunta la notizia di altri sei casi di Coronavirus presso la Clinica di Santa Maria del Pozzo dove sono stati effettuati ben 500 tamponi. Il totale sale a sette. Non si tratterebbe di cittadini sommesi ma stiamo seguendo e monitorando costantemente la situazione. Vigilerò e sarò intransigente sulle misure di sicurezza". Lo ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel Napoletano.

7:31 - In Campania 53 positivi su 2.623 tamponi

Su 2.623 tamponi eseguiti in Campania ieri 53 sono risultati positivi portando il totale dei contagiati dal coronavirus a 4.238. Il totale complessivo dei tamponi eseguiti dall'inizio dell'emergenza ammonta a 58.324. Lo rende noto l'Unità di Crisi della Regione Campania. 

Napoli: I più letti