Boscoreale, arrestati 4 uomini di un clan di camorra per estorsione

Campania

Secondo le accuse facevano richieste estorsive agli imprenditori anche attraverso aggressioni fisiche. L'inchiesta è nata dalla denuncia di una delle vittime, titolare di una ditta edile

Quattro uomini sono stati arrestati con l'accusa, a vario titolo, di tentata estorsione continuata ed in concorso, con l'aggravante di avere agito per conto del clan di camorra Pesacane, attivo tra Boscoreale, in provincia di Napoli, e le zone limitrofe. Secondo le accuse i quattro, G.P. di 65 anni, U.P. di 51 anni, G.R. di 53 anni e S.M. di 54 anni, facevano richieste estorsive agli imprenditori anche attraverso aggressioni fisiche. L'inchiesta è nata dalla denuncia di una delle vittime, titolare di una ditta edile, ed è sfociata oggi nell'esecuzione, da parte dei carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata, di un'ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea.

Le indagini

L'inchiesta, sviluppata attraverso acquisizioni testimoniali e intercettazioni telefoniche ed ambientali, ha consentito agli inquirenti di fare luce sulla figura del capo clan G.P. che, scarcerato nell'ottobre del 2018 dopo una detenzione decennale, aveva di fatto riorganizzato il sodalizio. Da quanto ricostruito dai carabinieri, l'imprenditore che ha denunciato la tentata estorsione sarebbe stato avvicinato e picchiato da due affiliati del clan armati di bastone, fino ad essere costretto a rifugiarsi in un plesso scolastico da dove aveva poi chiamato i militari dell'Arma. Le ulteriori indagini nei confronti del gruppo criminale hanno permesso inoltre di documentare un altro tentativo di estorsione, questa volta ai danni di un'impresa titolare dei lavori di ristrutturazione di edificio pubblico sempre a Boscoreale.

Napoli: I più letti