Coronavirus Campania, quarantena prorogata per sei comuni

Campania

Con un'ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stata prorogata fino al 14 aprile la quarantena per i comuni di Ariano Irpino, Sala Consilina, Caggiano, Polla, Atena Lucana e Auletta 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

Sono 2.231 i casi di coronavirus registrati in Campania dall'inizio dell'epidemia, 148 i deceduti, 107 i guariti di cui 38 completamente e altri 69 clinicamente, 15.728 il totale dei tamponi effettuati. Sono i dati forniti dall'Unità di crisi della Regione Campania, che si riferiscono al riparto provinciale dei tamponi elaborati alle 23.59 di ieri. Nel frattempo, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha prorogato la quarantena per i comuni di Ariano Irpino, Sala Consilina, Caggiano, Polla, Atena Lucana e Auletta. "Considero gravissimo il messaggio proveniente dal ministero dell'Interno, relativo alla possibilità di fare jogging e di passeggiare sotto casa. Si trasmette irresponsabilmente l'idea che l'epidemia è ormai alle nostre spalle", ha poi affermato De Luca, riferendosi alla nuova circolare diramata dal ministero dell'Interno. Al "no" del governatore, ha fatto seguito quello del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: "Continuo a ritenere che si deve uscire solo per casi di necessità, per motivi di salute o perché si svolgono quei lavori indispensabili", le sue parole. (DIRETTA)

18:56 - Miur, a Campania oltre 10 milioni di euro per didattica a distanza

Le risorse destinate alle scuole della Regione Campania per il potenziamento della didattica a distanza ammontano a 10.645.102,21 euro. È quanto si precisa in una nota del Ministero dell'Istruzione. In seguito alla firma del decreto di riparto degli 85 milioni stanziati nel decreto del Governo "Cura Italia", avvenuta da parte del ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina lo scorso 26 marzo, sono state infatti individuate le somme regione per regione. In particolare, in Campania 1.224.477,46 euro sono destinati alle piattaforme e agli strumenti digitali, 8.808.385,76 alla connettività di rete e ai dispositivi digitali e 612.238,99 alla formazione del personale scolastico.

18:10 - Napoli, residenza per anziani in quarantena

"E' una casa albergo, non è una struttura sanitaria. Abbiamo avuto l'allarme per una signora di 91 anni che stava male e abbiamo mandato il 188 che ha fatto subito 27 tamponi, di questi 23 sono positivi". È Tiziana Spinosa, la direttrice del Distretto Sanitario 25 di Napoli, a ricostruire la vicenda della casa-alloggio Dimora Flegrea - La Casa di Mela, una residenza per anziani che non è però assistenziale. Gli anziani vivono lì ma sono curati dai rispettivi medici di base. Ora è in quarantena e si attendono i tamponi al resto degli ospiti e degli operatori, in tutto 44 persone compresi i 27 già testati. Ora l'Asl Napoli 1 ha organizzato una squadra con due pneumologi e due anestesisti per assisterli.

18:02 - Fondi del Vesuvio Pride ai bisognosi

Slitta il Vesuvio Pride, la manifestazione programmata per il 20 giugno a Torre Annunziata (Napoli) e ora rinviata al 12 settembre, e gli organizzatori decidono di dirottare i fondi che sarebbero serviti per organizzare l'evento alle famiglie in difficoltà economica. Lo si apprende in una nota diramata da Pride Vesuvio Rainbow, l'associazione di volontariato in difesa dei diritti delle persone lgbt: ''Torneremo presto ad animare le strade delle nostre città e a manifestare sotto un grande arcobaleno per i diritti di tutte e tutti - è scritto nel comunicato - ma per il momento è nostro dovere di cittadini restare a casa e contribuire, per quanto nelle nostre possibilità, alle molteplici iniziative di sostegno alla popolazione meno abbiente. Per questa ragione, Pride Vesuvio Rainbow e gli organizzatori del Vesuvio Pride hanno scelto di esserci nel collaborare, con i propri volontari e le proprie volontarie, con le strutture che sul territorio stanno dando una prima risposta concreta ai bisogni di famiglie e persone in difficoltà e di devolvere a queste strutture il denaro raccolto per la realizzazione del Pride 2020''.

17:39 - Campania: 148 morti, 2231 positivi e 107 guariti

Sono 2.231 i casi di coronavirus registrati in Campania dall'inizio dell'epidemia, 148 i deceduti, 107 i guariti di cui 38 completamente e altri 69 clinicamente, 15.728 il totale dei tamponi effettuati. Sono i dati forniti dall'Unità di crisi della Regione Campania, che si riferiscono al riparto provinciale dei tamponi elaborati alle 23.59 di ieri, numero decessi e numero guariti che risultano a quell'ora. Mentre, nella tarda serata di oggi, sarà fornito il Bollettino aggiornato alle ore 22.00 con il totale complessivo dei tamponi e dei positivi del giorno. Nella provincia di Napoli sono 1.161 i casi registrati di cui 507 in città e 654 in provincia; a Salerno i casi positivi sono 360; 258 ad Avellino; 238 a Caserta; 81 a Benevento. Sono, inoltre, in fase di verifica Asl altri 133 casi. 

17:30 - Rotary donano alimenti a mensa Carmine a Napoli

Sette Rotary Club di Napoli, coordinati dal presidente del Rotary Club Chiaia, Roberto de Laurentis, hanno acquistato diversi quintali di derrate alimentari di cui una prima trance è stata consegnata oggi alla mensa della chiesa del Carmine dove opera l'associazione 'Padre Elia Alleva O. Carm'. L'iniziativa vede il coinvolgimento del Rotary Club Chiaia e dei RC Napoli, Napoli Sud Ovest, Napoli Nord Est, Napoli Est e Napoli Castel Sant'Elmo che hanno così risposto alla richiesta d'aiuto di padre Francesco Sorrentino, responsabile della mensa gestita dall'associazione. Una struttura che, in questo periodo d'emergenza, distribuisce pasti a circa 700 bisognosi al giorno invece dei 150 che serviva prima dello scoppio dell'emergenza sociale dovuta all'emergenza da coronavirus. Per la riuscita dell'iniziativa è stato importante anche - si sottolinea - anche l'aiuto di Antonino Moccia, Presidente RC Capri. Alla consegna dei pacchi alla chiesa del Carmine erano presenti de Laurentis e padre Francesco. 

16:58 - Salgono a 75 i positivi nel Sannio

Sono 75 le persone contagiate dal Covid-19 in provincia di Benevento. Questi i dati forniti dall'ultimo bollettino della Asl del capoluogo sannita. In particolare, 24 pazienti sono ricoverati all'ospedale "San Pio" di Benevento, 46 pazienti in altre strutture del Beneventano, una persona fuori provincia ed altre quattro sono seguite a domicilio. Sono sei le persone della provincia di Benevento decedute per Covid-19 dall'inizio dell'epidemia. Sono i dati forniti dalla Asl del capoluogo sannita che per la prima volta ha fornito i dati dei pazienti deceduti.

16:30 - In coda senza mascherina: rissa in supermercato nel Napoletano

Si è reso necessario l’intervento dei carabinieri per sedare una rissa scoppiata ieri in un supermercato di via Nazionale delle Puglie, ad Arpino, frazione di Casoria (Napoli). A scatenarla sono stati un 21enne e un 28enne di Casalnuovo, che si erano messi in fila alla cassa senza la mascherina protettiva e senza rispettare le distanze di sicurezza. Ciò ha provocato la reazione di alcuni clienti, che hanno iniziato a protestare per il loro comportamento. Ne è nato un violento alterco, degenerato poi in una vera e propria rissa, che ha coinvolto i due giovani, entrambi già denunciati in passato, e altre due persone in coda.

16:04 - Cinquemila euro di multa a un ambulante di Pozzuoli

Una multa di 5mila euro è stata elevata dagli agenti della Polizia municipale di Pozzuoli ad un ambulante per vendita abusiva di pane. L'uomo, 50 anni, residente a Pozzuoli, nel corso di controlli per verificare il rispetto delle norme anti contagio, è stato intercettato in via Parini a Monterusciello mentre vendeva il pane posto in una vetrinetta. Sequestrata la merce in suo possesso: 40 chili di pane e 10 di panini. Negli ultimi due giorni, la 'municipale' nel comune flegreo ha anche sanzionato per il mancato rispetto del Dpcm e delle ordinanze regionali e comunali 10 persone, acquisito 580 autocertificazioni e controllato 30 esercizi commerciali: uno di questi è stato contravvenzionato perché trovato aperto dopo le ore 14, in violazione dell'ordinanza comunale in vigore da venerdì scorso. 

15:10 - Positivi 23 anziani in una residenza per anziani a Napoli

Sono risultati positivi al coronavirus 23 dei 40 ospiti di una casa-alloggio, Dimora Flegrea - La Casa di Mela, una residenza per anziani che non è però assistenziale, situata nel quartiere napoletano di Fuorigrotta. Lo si apprende da fonti sanitarie qualificate. Nella struttura era morta nei giorni scorsi una donna di 91 anni, positiva al covid19. A quanto si apprende gli ospiti della struttura hanno tra gli 85 e i 94 anni di età. I sanitari sono ora in attesa di altri 17 tamponi effettuati.

14:43 - Neo reparto Covid nell'ospedale di Caserta

Un nuovo reparto di medicina, con 10 posti letto dedicati ai pazienti Covid-19, è stato attivato all'Azienda Ospedaliera "Sant'Anna e San Sebastiano" di Caserta. "In questa nuova unità operativa, la quinta dedicata al coronavirus - spiega il Commissario Straordinario Carmine Mariano - saranno accolti i pazienti con infezione accertata o sospetta che non necessitano di assistenza intensiva o sub intensiva. I pazienti riceveranno il primo inquadramento diagnostico e i primi trattamenti antivirali in attesa di essere eventualmente riallocati in altre unità operative in relazione all'intensità di cura necessaria". Mariano prosegue: "Nel nuovo reparto di medicina saranno, altresì, ricoverati i pazienti 'deintensificati', vale a dire i pazienti già ricoverati in reparti intensivi o sub intensivi in fase di miglioramento. Qui saranno completati i trattamenti prima della dimissione dall'Ospedale. Ci auguriamo che questa sia la tipologia di pazienti che più spesso vedremo nei prossimi giorni".

14:40 - Eav dona materiale sanitario e soldi a ospedali

Il presidente dell'Ente Autonomo Volturno, Umberto De Gregorio, e alcuni dirigenti hanno consegnato personalmente al direttore sanitario dell'Ospedale Loreto Mare, 800 dispositivi di protezione facciale della Polaris Farmaceutici. Altre 1.200 mascherine di uguale tipo saranno consegnate all'ospedale Cotugno. Il fondo di solidarietà dei dipendenti Eav ha inoltre effettuato due bonifici di 10mila euro ciascuno a favore dell'ospedale Cotugno di Napoli e dell'ospedale di Boscotrecase dove erano ricoverati i due dipendenti dell'ente, di cui uno guarito e uno deceduto ieri. A favore dei familiari del dipendente deceduto, il fondo di solidarietà Eav verserà un importo di 15mila euro come previsto dallo statuto sociale del fondo stesso. Inoltre è in corso una raccolta fondi tra i dipendenti per supportare la moglie e i due bambini.

13:49 - 238 positivi nel Casertano

Salgono a 238 i positivi nel Casertano, 17 in più rispetto a ieri, dato in linea con quello degli ultimi tre giorni. Lo comunica l’Asl di Caserta. Quattro i decessi negli ultimi due giorni, che portano il totale a venti. Tra gli ultimi casi emersi, sei riguardano persone residenti a Marcianise, comune che vede salire il numero totale di casi a 13. Buone notizie arrivano da Santa Maria Capua Vetere, comune più colpito della provincia con 22 casi, dove sei persone sono risultate negative al doppio tampone.

13:27 - De Luca: "In Campania è vietato uscire per strada"

Il governatore campano Vincenzo De Luca ribadisce la sua presa di posizione per quanto riguarda l’ultima circolare del Viminale e sottolinea nuovamente che "in Campania è assolutamente vietato uscire per strada, al di là dei casi consentiti. Chiarisco che le Forze dell'Ordine sono tenute a far rispettare le nostre ordinanze, pena comportamenti omissivi o elusivi dell'ordine dell'autorità sanitaria. Le ordinanze hanno valore di norma obbligatoria. Le "circolari" interpretative assolutamente no”, specifica De Luca.

13:18 - A Boscotrcase in arrivo sanitari tedeschi

Atterreranno nel primo pomeriggio, all'aeroporto di Napoli Capodichino, quattro operatori sanitari tedeschi destinati a operare all'ospedale di Boscotrecase: si tratta di due medici anestesisti e due infermieri specializzati, che resteranno in servizio al covid hospital per 10 giorni. Vengono, oltre che per offrire il loro contributo in questa fase di emergenza, anche per confrontarsi sulle modalità adottate dall'Asl Napoli 3 Sud per la trasformazione in tempi rapidi di un ospedale tradizionale in uno esclusivamente dedicato alla cura dei pazienti Covid e, più in generale, per studiare le modalità di risposta del sistema sanitario italiano allo sviluppo dell'epidemia da covid 19. Nel pomeriggio, saranno accolti nel Comune di Boscotrecase dai dirigenti Asl Napoli 3 Sud e dal sindaco Pietro Carotenuto. I quattro sanitari saranno ospitati gratuitamente da una struttura ricettiva messa a disposizione da un imprenditore boschese.

13:12 - A Napoli 500 mascherine per i tassisti

Il Comune di Napoli distribuirà oltre 500 mascherine FFP2 ai tassisti in servizio in città. Oggi i dpi sono stati consegnati al dirigente del trasporto pubblico dell’amministrazione, che provvederà poi alla distribuzione. “Nel difficile momento che stiamo attraversando - dichiarano il vice sindaco Enrico Panini e l’assessore Alessandra Clemente - l'amministrazione vuole far sentire la propria vicinanza e sostenere quelle categorie di lavoratori che, nonostante la crisi, continuano a svolgere la propria attività a contatto diretto con il pubblico e tra queste ci sono i tassisti”. Nei prossimi giorni a questa prima trance di dispositivi di protezione individuale seguiranno “ulteriori forniture al fine di garantire la sicurezza di ogni singolo tassista napoletano”.

12:38 - Otto persone sorprese a festeggiare un compleanno

Stavano festeggiando il compleanno di una ragazza di 16 anni senza tenere conto della normativa anti-contagio da Covid-19. Otto persone, compresa la ragazza festeggiata, sono state sanzionate dai carabinieri, intervenuti in un appartamento al rione Ponte Persica di Castellammare di Stabia (Napoli), dal quale giungeva musica ad alto volume. I militari della sezione radiomobile hanno fatto segnalato alla Asl di zona i sanzionati.

12:31 - In due in scooter: maxi multa da 7mila euro a Napoli

Due 37enni di Napoli sono stati fermati dalla Polizia nel pomeriggio di ieri in via Leopardi, nel quartiere Fuorigrotta. I due hanno detto ai poliziotti del commissariato San Paolo di essere usciti per bere una bottiglia di birra. Per entrambi è scattata la sanzione per violazione della normativa anti-epidemia. Il conducente è stato inoltre multato per 7 mila 200 euro per guida senza patente, senza casco e per aver utilizzato un motoveicolo sotto sequestro e privo di assicurazione. 

12:09 - 31 pazienti positivi al S.Pio di Benevento

Sono 31, di cui 26 della provincia di Benevento, i pazienti positivi al Covid 19 ricoverati presso l'ospedale "San Pio" di Benevento. Lo rende noto il direttore generale della struttura ospedaliera Mario Ferrante. Cinque dei pazienti, tutti sanniti, sono in terapia intensiva.

11:50 - de Magistris: "Passeggiate? No, restare a casa"

"Continuo a ritenere che si deve uscire solo per casi di necessità, per motivi di salute o perché si svolgono quei lavori indispensabili. Tutti gli altri devono continuare ad avere pazienza e devono restare in casa perché questo significa accelerare i tempi del ritorno alla normalità”. È questa la posizione del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in linea con quella del governatore De Luca, in merito alla circolare del Viminale che consente la passeggiata di un genitore con i figli. Il primo cittadino partenopeo, intervenuto a Canale 8, ha sottolineato che "questo balletto tra Governo e Regioni non aiuta perché poi in mezzo ci sono i cittadini. Credo che questa farsa se la potrebbero risparmiare”.

11:43 - A Torre Annunziata 800 controllati e 18 denunce

Quasi 800 persone fermate e 18 denunciate. È il bilancio dei controlli eseguiti in questi giorni dalle forze dell'ordine a Torre Annunziata (Napoli). A fornire i dati, attraverso una nota, è il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, che spiega come, a fronte dei “797 soggetti fermati” vi siano stati “18 denunciati per essere usciti di casa senza una giusta motivazione. Sale a 29 il numero delle attività commerciali controllate, mentre le persone attualmente in autoisolamento sono 55”.  

11:38 - Identificate 4 persone presenti alla festa abusiva a Pozzuoli

Sono stati identificati quattro dei partecipanti alla festa improvvisata nel pomeriggio di domenica a Pozzuoli, nel rione "dei Marocchini”. I carabinieri sono riusciti a risalire a loro, due dei quali erano già stati denunciati in passato, grazie alle immagini dell’iniziativa diffuse su Facebook. Due giorni fa era stato identificato un uomo di 51 anni, con precedenti penali, che nelle immagini ballava al suono di un apparecchio stereo. Tutti sono stati sanzionati in base al Dpcm in vigore contro la diffusione del coronavirus. I carabinieri stanno lavorando ora all'identificazione degli altri partecipanti.

11:19 - Ditta offre sanificazione gratuita ai comuni sanniti

Una ditta di di Melizzano, nel Beneventano, offre la sanificazione gratuita dei centri abitati per tutti i comuni della provincia. Si tratta di "un'iniziativa solidale - spiega uno dei soci, Tommaso Lepore - con cui intendiamo supportare in questa difficile fase tutti i sindaci della provincia di Benevento intervenendo con sanificazione esterna a titolo totalmente gratuito. Oggi tutti possiamo essere utili e dare un aiuto. Nonostante i tempi comunque critici siamo ben felici di sacrificarci ancora una volta nella speranza che l'incubo da Coronavirus possa al più presto finire".

11:02 - Flash mob della polizia penitenziaria al Cotugno di Napoli

Agenti della polizia penitenziaria si sono radunati questa mattina davanti all’ospedale Cotugno per un flash mob per ringraziare medici e infermieri impegnati in prima linea contro il coronavirus. A sirene spiegate, i militari si sono messi sull’attenti davanti all'istituto per le malattie infettive partenopeo, diventato uno dei simboli del contrasto all'infezione da Covid-19, con il comandante del nucleo provinciale traduzioni e piantonamento di Napoli, il dirigente Pasquale Colucci, che ha donato ai sanitari il crest (stemma) del Corpo con una dedica: "Al personale dell'ospedale Cotugno con stima e riconoscenza dal Notp Secondigliano". La Polizia Penitenziaria ha anche avviato una raccolta fondi da destinare all'ospedale.

10:50 - A Ischia hotel per i medici

Fino al prossimo 30 aprile, il personale dell'ospedale Rizzoli di Ischia proveniente dalla terraferma potrà riposare in un hotel che si trova a pochi passi dai reparti, avvalendosi di un accordo che l'Asl ha chiuso con una struttura alberghiera, grazie alla collaborazione dell'Associazione Termalisti e di Federterme Ischia. Il nuovo servizio, si legge in una nota, è stato attivato dall'Azienda Sanitaria per medici e infermieri del Rizzoli che, abitando sulla terraferma, nei giorni scorsi sono già stati costretti più volte a pagarsi una sistemazione alberghiera, a causa del prolungamento degli orari connesso all'emergenza Covid. Per poter fruire del servizio basterà che il personale che ne faccia richiesta sia autorizzato dalla Direzione Sanitaria dell'ospedale.  

10:37 - Nessun nuovo contagio a Torre del Greco

Il sindaco Giovanni Palomba ha comunicato che a Torre del Greco (Napoli) non si registrano nuovi contagi da Codiv-19. Al momento, nel comune si contano 49 positivi, 20 dei quali ospedalizzati e altri 29 in isolamento domiciliare. Il totale dei guariti sale a quattro mentre i decessi sono stati finora dieci. "I nuovi dati, confortanti - spiega il primo cittadino - ci fanno ben sperare circa il fatto che stiamo andando nella direzione giusta, ma tanto ancora c'è da fare. È indispensabile la collaborazione e la riscoperta di una coscienza civile collettiva in ciascuno di noi. Lavoriamo per garantire la tranquillità di tutti i cittadini".

10:35 - Quarto positivo a Torre Annunziata

Sale a quattro il numero dei cittadini di Torre Annunziata (Napoli) risultati positivi al tampone del Coronavirus. A confermarlo è il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, che sottolinea come “al momento tre di essi sono ospedalizzati, mentre il quarto è deceduto lo scorso 23 marzo”.  

9:02 – De Luca: “Gravissimo il sì a passeggiate e jogging”

"Considero gravissimo il messaggio proveniente dal ministero dell'Interno, relativo alla possibilità di fare jogging e di passeggiare sotto casa. Si trasmette irresponsabilmente l'idea che l'epidemia è ormai alle nostre spalle. Si ignora tra l'altro, che vi sono realtà del Paese dove sta arrivando solo ora l'ondata più forte di contagio. Si rischia, per una settimana di rilassamento anticipato, di provocare una impennata del contagio", ha affermato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, riferendosi alla nuova circolare diramata dal ministero dell'Interno.

7:55 - In Campania sono 2231 i casi positivi

Salgono a 2231 i casi positivi al coronavirus in Campania, ieri i contagiati sono stati 164, mentre 1566 sono i tamponi fatti per un totale di 15.728. Nel dettaglio l'Unità di crisi della Regione Campania comunica che all'ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 298 tamponi di cui 16 positivi; all'ospedale Ruggi di Salerno sono stati esaminati 198 tamponi di cui 17 positivi; all'ospedale Sant'Anna i tamponi esaminati sono stati 48 di cui 5 positivi; all'Asl Caserta presidi ospedalieri di Aversa e Marcianise esaminati 104 tamponi di cui 15 positivi; all'ospedale Moscati di Avellino 114 tamponi, di cui 9 positivi. Inoltre, 57 tamponi di cui 9 positivi risultano all'Azienda universitaria Federico II; all'Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno 700 tamponi di cui 84 positivi; all'ospedale Santa Maria della pietà di Nola 17 tamponi esaminati di cui 6 positivi; all'Ospedale San Pio di Benevento 30 tamponi di cui 3 positivi.

7:50 - De Luca proroga la quarantena per sei comuni

Con un'ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stata prorogata fino al 14 aprile la quarantena per i comuni di Ariano Irpino (Avellino), Sala Consilina, Caggiano, Polla, Atena Lucana e Auletta, tutti in provincia di Salerno. La decisione è stata presa, tra l'altro, perché "il competente Dipartimento di prevenzione della ASL di Salerno ha comunicato un ulteriore aggravamento della situazione epidemiologica nei Comuni oggetto delle ordinanze, riferendo di un aumento significativo dei casi positivi e del numero dei contatti stretti concludendo per il rinnovo delle misure di limitazione dei movimenti e delle attività nei detti territori". Anche il Sindaco di Sala Consilina, inoltre, "con nota di data odierna, ha chiesto all'Unità di crisi regionale la conferma, per almeno ulteriori 15 giorni, delle misure adottate con l'Ordinanza n.18 del 15 marzo". Nel Comune di Ariano Irpino, infine, "è stato recentemente individuato un focolaio di covid-19 ulteriore rispetto a quello già sviluppatosi in precedenza".  

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24