Coronavirus Campania, al Cardarelli indagine interna su presunti casi assenteismo medici

Campania

Sul caso sono intervenuti anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha chiesto il licenziamento per chi "abbandona il campo di battaglia", e la senatrice Maria Rizzotti, che ha chiesto invece "sanzioni durissime" per i 'disertori'

Dopo la notizia secondo cui alcuni medici dell'ospedale Cardarelli di Napoli avrebbero presentato certificati medici per mettersi in malattia e astenersi dalla pratica, la Direzione Strategica ha "disposto tramite gli uffici competenti l'avvio di un'indagine interna mirata ad analizzare ogni singolo caso di malattia" dei dipendenti. "Useremo il massimo rigore - ha sottolineato il direttore generale, Giuseppe Longo -, ma non passi il messaggio che tutti i dipendenti del Cardarelli sono dei 'malati immaginari'. In questa azienda ci sono 3.000 donne e uomini che lavorano instancabilmente al servizio dei pazienti". Sul caso sono intervenuti anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha chiesto il licenziamento per chi "abbandona il campo di battaglia", e la senatrice Maria Rizzotti, che ha chiesto invece "sanzioni durissime" per i 'disertori'. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:41 - Sesta vittima in Irpinia

Si aggrava il bilancio dei decessi legati al coronavirus in provincia di Avellino. In serata è deceduto all'ospedale del capoluogo un 64enne di Ariano Irpino. Si tratta della sesta vittima del virus in Irpinia, la terza proveniente dallo stesso territorio che da domenica scorsa è stato dichiarato "zona rossa". Su 75 contagiati complessivi, 40, comprese le tre vittime, sono residenti ad Ariano Irpino.

19:39 - Morta a Caserta una poliziotta di 52 anni

Una poliziotta della questura di Caserta di 52 anni è deceduta all'ospedale del capoluogo, dove era stata accertata la sua positività al Coronavirus. L'agente era ricoverata dall'azienda ospedaliera di Caserta dallo scorso weekend per un'insufficienza respiratoria; la 52enne era un terapia intensiva, e nei giorni scorsi le è stato praticato il tampone, il cui risultato positivo è arrivato stamattina. Nel pomeriggio le condizioni della donna sono peggiorate; la 52enne è poi deceduta.

19:16 - Napoli, sanificata la sede del Consiglio Comunale

Nuovo intervento di sanificazione della sede del Consiglio comunale di Napoli in via Verdi. Gli operatori della Napoliservizi hanno concluso nel pomeriggio il nuovo intervento di sanificazione. Le operazioni hanno tutti i locali e li ambienti: l'aula consiliare, gli uffici, gli spazi comuni.

19:01 - Chiusi uffici anagrafici a Torre del Greco

Stop all'attività degli uffici Anagrafe addetti al rilascio delle carte di identità e delle certificazioni. È il provvedimento adottato dal sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, che prende spunto dall'ultimo decreto relativo all'emergenza Covid-19, il quale stabilisce come ''la validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità - scrive nella sua ordinanza il primo cittadino - rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza, è prorogata al 31 agosto 2020''. La chiusura degli uffici è stata fissata fino al prossimo 3 aprile, fermo restando che il dirigente del settore Affari istituzionali dovrà comunque ''organizzare il servizio in maniera tale da garantire il rilascio delle carte di identità e delle certificazioni per i casi di comprovata indifferibilità e urgenza''.

18:06 - Sputa sulla frutta in un video, identificato e denunciato

La Polizia di Stato ha identificato e denunciato l'autore del video in cui, si vede un giovane all'interno di un supermercato mentre sputa di nascosto sulla frutta in esposizione. Si tratta di un 25enne casertano, a cui gli investigatori contestano il reato di procurato allarme e inosservanza ai provvedimenti dell'autorità. La denuncia giunge dopo alcune segnalazioni, raccolte nel tardo pomeriggio di ieri dagli investigatori della Squadra Mobile.

17:28 - Totale positivi sale a 577, più 23 rispetto a ieri

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato che nella sessione mattutina, presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno di Napoli, sono stati esaminati 39 tamponi, di cui 2 risultati positivi; presso l'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona sono stati analizzati 39 tamponi di cui 9 risultati positivi e presso l'ospedale Moscati sono stati verificati 30 tamponi di cui 12 risultati positivi. Nella mattinata odierna sono 23 i test positivi. Come per gli altri fino ad oggi esaminati, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Il totale dei positivi alle ore 17 è 2, sono stati 108 i tamponi finora effettuati, per un totale complessivo di 577 positivi in Campania.  

17:06 - Un reparto dedicato al Coronavirus al Cardarelli

Un intero padiglione sarà dedicato ai pazienti affetti da Covid-19 all'Ospedale Cardarelli di Napoli a partire dalla prossima settimana. Nel weekend saranno attivati posti letto per la terapia intensiva. Per quanto riguarda il reparto, sono in corso di ultimazione i lavori per l'installazione della Tac dedicata. Le attività inizieranno con molta probabilità da lunedì 23 marzo con l'apertura di otto posti letto di terapia intensiva.

16:24 - In spiaggia nonostante divieto, 7 denunciati

A Portici (Napoli) i carabinieri hanno sorpreso sette persone che, munite di tavolino e qualche sedia pieghevole prendevano il sole sulla spiaggia ex Cirotto nonostante i divieti imposti dal decreto 'anti contagio'. Nei loro confronti è scattata la denuncia.

16:11 - Borrelli: "Utente in video si leva mascherina e sputa su frutta"

"Sulla piattaforma Instagram un utente ha pubblicato una story dove lo si vede all'interno di un supermercato nel Casertano e dopo aver spostato mascherina dalla bocca si avvicina alla frutta in esposizione per sputarci sopra. Il video è sovrastato dalla scritta: 'Infettiamo'". Lo rende noto il consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli che aggiunge: "L'imbecillità sta raggiungendo limiti mai neanche pensati prima, il cattivo utilizzo dei social e la mania di voler essere protagonisti sta aiutando in tal senso". "Abbiamo segnalato il video alle autorità in modo che questo individuo possa essere denunciato e punito in maniera severa", conclude Borrelli.

16:05 - Asl Napoli 2 Nord avvia una raccolta fondi

L'Azienda Sanitaria Napoli 2 Nord, "rispondendo a molte richieste giunte dal territorio", ha attivato una procedura speciale per raccogliere donazioni da chi vuol rendersi utile contribuendo con un versamento sul conto corrente intestato a Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord presso l'Istituto Bancario Intesa Banco di Napoli (IBAN IT12 J 03069 40103 100000 300008). Il contributo servirà, si legge in un comunicato, "per comprare farmaci, mascherine, tute, o tutto ciò che serve per l'emergenza Coronavirus sul nostro territorio". Perché la donazione sia tracciabile è indispensabile riportare quale causale: Emergenza COVID-19 e l'eventuale preferenza per la struttura aziendale (per es. un particolare ospedale, o un servizio) destinataria del contributo.

16:03 - Borrelli: "249 dipendenti del Cardarelli in malattia"

"E' qualcosa di molto grave al punto tale che la Procura ha aperto una inchiesta: ho inviato un'interrogazione scritta al Presidente della Campania Vincenzo De Luca per conoscere il numero dei membri del personale sanitario delle strutture ospedaliere della Campania in congedo per malattia e sapere quali provvedimenti si intendano prendere nei confronti dei falsi certificati". Così, in una nota, il consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli commenta la notizia secondo cui 249 membri del personale sanitario dell'ospedale Cardarelli hanno chiesto il congedo per malattia. "Il direttore generale del Cardarelli - aggiunge Borrelli - ha confermato la notizia e avviato un'indagine interna. Ho chiesto anche una inchiesta interna - dice Borrelli - dovranno esserci provvedimenti drastici. Il personale delle strutture sanitarie della Campania sta dimostrando abnegazione e professionalità nel contribuire con il proprio lavoro ad affrontare l'emergenza coronavirus, meritandosi il plauso di cittadini ed istituzioni. A fronte di tale virtuoso comportamento bisogna immediatamente isolare e colpire le mele marce e i furbetti. L'abnegazione di tanti e l'immagina della sanità campana non può essere danneggiata dal cialtronismo di pochi", conclude Borrelli.

14.55 - La senatrice Maria Rizzotti: "Sanzioni a sanitari che disertano"

"Gli Ordini Nazionali competenti dispongano immediatamente un'indagine per accertare chi tra i 249 operatori sanitari che al Cardarelli di Napoli hanno presentato il certificato medico sia effettivamente ammalato e chi invece abbia pensato vigliaccamente di disertare proprio in questi giorni terribili per la sanità del Paese". Lo dichiara la senatrice Maria Rizzotti, vicepresidente del gruppo di Forza Italia a Palazzo Madama. "A chi abbandona il campo in questo momento di difficoltà vanno applicate sanzioni durissime, anche per tutelare tutti gli straordinari operatori sanitari che si stanno sottoponendo a turni massacranti per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Gli Ordini Nazionali facciano sentire la loro voce con forza e le autorità competenti arrivino a usare anche l'arma della precettazione per obbligare a tornare al loro posto i delinquenti che stanno tradendo non solo un giuramento, ma anche il loro nobile pubblico servizio a favore di una comunità che soffre", conclude la senatrice.

14:47 - Decine di denunce nel Casertano

Sono decine le persone denunciate nel Casertano dalle forze dell'ordine perché trovate in strada senza un motivo legittimo, in violazione delle prescrizioni imposte dal Governo per contenere il contagio da Coronavirus. "Restiamo a casa" continua a ripetere il sindaco di Mondragone Virgilio Pacifico, ma i blitz a sorpresa continueranno. A Capua cinque persone, tra cui un minore, sono state poste in permanenza obbligatoria casa perché trovate in strada. A Santa Maria Capua Vetere, città dove si registra il maggior numero di casi (18 con tre decessi), la media è di più di una decina di denunciati al giorno, perlopiù ragazzi che non vogliono rinunciare a farsi un giro.

13:35 - Tre nuovi casi a San Giorgio a Cremano

Tre cittadini di San Giorgio a Cremano (Napoli) sono risultati positivi al Coronavirus: due di loro sono tornati di recente nel comune vesuviano da altre regioni e sono, attualmente, ricoverati in ospedale. Ne dà notizia il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno.

11:52 - Napoli, dalle 12 primi tre pazienti a Loreto Mare

 Arriveranno intorno alle 12 i primi tre pazienti del nuovo reparto di terapia intensiva covid19 dell'Ospedale Loreto Mare di Napoli. Lo conferma Giuseppe Galano, direttore del servizio 118 di Napoli: "Verso mezzogiorno - spiega all'ANSA - arriveranno sicuramente i primi tre pazienti. Sono tutte persone che saranno messe in terapia intensiva. Uno dei pazienti arriva dal Cotugno, gli altri due da altri ospedali dove erano stati ricoverati con sospetto do covid19 che poi si è confermato positivo e ora hanno bisogno della terapia intensiva specifica per la malattia. Uno viene dall'Ospedale San Giovanni Bosco e uno dal Pellegrini".  

11:20 - Il sindaco de Magistris: "Finte malattie medici? Licenziarli"

"Questa è una guerra in cui molti soldati stanno combattendo in prima linea senza elmetto, senza giubba e anche senza armi. Questi sono i nostri eroi. Poi ci sono i vigliacchi, i traditori, quelli che scappano. Questi vanno colpiti. Per me a chi adesso abbandona il campo di battaglia non va fatto il procedimento disciplinare ma va licenziato". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Omnibus su La7, in riferimento alla notizia di questi giorni secondo cui ci sarebbero alcuni medici dell'ospedale Cardarelli che avrebbero presentato certificati medici per mettersi in malattia. 

11:16 - In arrivo 70 posti di terapia intensiva all'Ospedale del Mare

"A Napoli allestiremo una struttura con moduli prefabbricati che saranno pronti ad accogliere 70-80 posti di terapia intensiva. Lo realizzeremo nelle aree di parcheggio dell'Ospedale del Mare", ha affermato il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva illustrando la manifestazione di interesse della Regione Campania che scade stasera. "Le ampie aree di parcheggio- spiega Verdoliva - dell'Ospedale del Mare ospiteranno i 4 moduli da circa 20 metri per 40, che saranno pronti ad accogliere oltre 70 posti di terapia intensiva. La manifestazione di interesse scade oggi, domani ci sarà la procedura e riteniamo che dopodomani avremo una ditta con cui interloquire. Abbiamo previsto 15 giorni per avere i primi 32-40 posti letto. Lo scenario delle Regioni del Nord ci insegna che non possiamo tralasciare nulla e non possiamo un giorno dire, 'se ci avessi pensato'. Perché se lo dovessimo dire sarebbe già troppo tardi. Dobbiamo immaginare il peggior scenario e farci trovare pronti, poi lo scenario magari sarà più basso e saremo tutti felici e avremo dato prova di poter avere un'arma in più anche se non la utilizziamo".

10:34 - Due nuovi casi a Torre del Greco

Due nuovi casi di contagio da Coronavirus a Torre del Greco, in provincia di Napoli. Il numero complessivo dei cittadini risultati positivi al tampone per il Coronavirus sale dunque a quota 19: "Sono sei i casi accertati nella fascia di età tra i 19 e i 35 anni", ha detto il sindaco, Giovanni Palomba. Continua, intanto, l'attesa anche sugli esiti degli altri tamponi praticati sul territorio. ''Sulla base delle informazioni rilevate e alla luce dei dati riscontrati in questi giorni di intensa attività - ha continuato il primo cittadino - è doveroso ritenere che la situazione non è sicuramente delle più semplici. A ciò va aggiunto che registriamo sempre più la presenza di cittadini in strada, contrariamente alle chiare disposizioni normative, con maggiori conseguenze di esposizione a rischio di contagio".

9:34 - Ospedale Cardarelli, assenze medici? Indaghiamo

La Direzione Strategica dell'ospedale Cardarelli rende noto "di aver già disposto tramite gli uffici competenti l'avvio di un'indagine interna mirata ad analizzare ogni singolo caso di malattia" dei dipendenti. "Esaminare caso per caso servirà ad accertare le irregolarità, ma anche a tutelare quanti sono legittimamente a casa per comprovate ragioni di salute", si legge in una nota. "Ove emergessero comportamenti scorretti la Direzione Strategica del Cardarelli provvederà a trasmettere l'esito delle indagini agli organi competenti e adottare prontamente i necessari provvedimenti disciplinari", si sottolinea. "Useremo il massimo rigore - spiega il direttore generale Giuseppe Longo - ma non passi il messaggio che tutti i dipendenti del Cardarelli sono dei 'malati immaginari'. In questa azienda ci sono 3.000 donne e uomini che lavorano instancabilmente al servizio dei pazienti. A loro va il nostro ringraziamento per quanto fanno e, voglio sottolinearlo, sono loro i primi a chiederci di fare luce su quanto avvenuto affinché si possano individuare subito le eventuali irregolarità".

9:15 - De Luca: "Gara per ospedale di moduli per 16 posti"

"È stata pubblicata la gara per realizzare un ospedale di moduli prefabbricati, ognuno dei quali conterrà fino a 16 posti perfettamente attrezzati per la terapia intensiva. Questo è uno dei capitoli essenziali del piano di Protezione Civile per rispondere in maniera adeguata anche a una eventuale crescita esponenziale del contagio". Lo fa sapere, con una nota, il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. "Lavoriamo per essere pronti e per evitare situazioni estreme com'è accaduto al Nord, dove l'aumento del numero dei contagiati ha determinato situazioni drammatiche, con rischio di non poter assicurare assistenza ai pazienti".

8:45 - La Regione Campania acquista test screening massa

La Regione Campania ha deciso di acquistare e utilizzare i test rapidi per avviare una campagna di screening di massa. "L'Antibody Determination Kit", si legge in una nota della Regione Campania, è stato utilizzato con successo in Cina. I kit ordinati sono un milione e saranno utilizzati su pazienti sintomatici, in particolare nella fase pre-triage. Consentono di avere un risultato, prosegue la nota, "non certo ma altamente probabile sull'eventuale positività del paziente, e saranno utilissimi nella gestione dell'emergenza".

8:30 - Sono 554 i pazienti positivi in Campania

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato che i totali positivi al Coronavirus sono ora 554. 

Napoli: I più letti