Sequestrato arsenale nel Napoletano: tra le armi anche razzi jugoslavi

Campania

I carabinieri sono intervenuti a Sant’Antimo, dove hanno rinvenuto 820 grammi di marijuana, due rivoltelle, una pistola, due fucili, 106 proiettili di vario calibro e 5 missili di una tipologia solitamente utilizzata durante la guerra dei Balcani 

I carabinieri, intervenuti in via Solimena, a Sant’Antimo (in provincia di Napoli), hanno scoperto un arsenale in un vano contatori di una palazzina in fase di ristrutturazione. Tra le armi rinvenute e sequestrate, i militari hanno scoperto anche 5 razzi di fabbricazione jugoslava, di una tipologia solitamente utilizzata durante la guerra dei Balcani.

Il sequestro

I carabinieri, nel corso dell’operazione, oltre ai razzi jugoslavi hanno rinvenuto anche due rivoltelle (una 357 Magnum e una Colt 38), una pistola semiautomatica da 8 millimetri, due fucili da caccia Beretta calibro 12 e 106 proiettili di vario calibro. In un borsone, inoltre, sono stati trovati anche una giubba, un berretto, una paletta della polizia municipale del Comune di Dragoni (in provincia di Caserta) e 820 grammi di marijuana suddivisi in 9 confezioni. Il sequestro è stato operato a carico di ignoti. Le armi saranno sottoposte ad accertamenti balistici per verificare se siano state utilizzate in episodi di violenza.

Napoli: I più letti