Napoli, rapinarono conducente di un suv a Posillipo: due arrestati

Campania

Dopo la rapina, avvenuta la scorsa estate, i due sono fuggiti insieme a dei complici a bordo di uno scooter. Determinanti le immagini delle telecamere di videosorveglianza e la dettagliata denuncia della vittima

Identificati e arrestati a Napoli due giovani, E. A. di 22 anni e G. B. di 21, accusati di aver rapinato l'estate scorsa lo speaker del Calcio Napoli Daniele Bellini, detto "Decibel", mentre, a bordo del suo suv, stava rientrando a casa con la moglie e i due figli in via Posillipo. Dopo la rapina i due sono fuggiti insieme a dei complici a bordo di uno scooter. Determinanti le immagini delle telecamere di videosorveglianza e la dettagliata denuncia della vittima, a cui sono stati rubati denaro ed effetti personali. I rapinatori sono stati posti agli arresti domiciliari dagli agenti del commissariato Posillipo, mentre altri tre complici sono in via di identificazione.

La rapina

Secondo quanto ricostruito, i rapinatori, armati di pistola, sono entrati in azione mentre Bellini attendeva l'apertura del cancello automatico della sua abitazione. Per impedirgli la fuga uno scooter, con la targa coperta con del nastro adesivo, è stato posto sul lato posteriore dell'auto. Poi, per scappare dagli aggressori, la vittima ha azionato la retromarcia, investendo il motorino che è rimasto incastrato sotto il suv. In appoggio ai rapinatori, che hanno tentato inutilmente di recuperare il mezzo, sono giunti in via Posillipo altri due scooter, uno dei quali guidato da un giovane a volto scoperto. Proprio dal motorino danneggiato sono partite le indagini della polizia. Gli investigatori, con l'aiuto delle videocamere, hanno ricostruito il percorso seguito dai rapinatori e hanno confrontato l'abbigliamento dei componenti della banda con le descrizioni fornite dalla vittima.

Napoli: I più letti