Caserta, titolare minimarket denunciato per furto di energia elettrica

Campania

L'uomo avrebbe utilizzato un magnete per modificare il funzionamento del contatore. Secondo i tecnici Enel avrebbe risparmiato in modo fraudolento, negli ultimi cinque anni, corrente per un costo di 29mila euro 

Rubava energia elettrica con il trucco del magnete, riuscendo a ridurre la misurazione dei consumi fino al 92%. Questo è quanto contestato dalla guardia di finanza al titolare di un minimarket di Aversa (Caserta). L'esercente è stato denunciato alla Procura di Napoli Nord per furto aggravato di energia elettrica, mentre il magnete e il contatore elettronico sono stati sequestrati per gli accertamenti.

L'intervento della guardia di finanza

Il blitz è stato effettuato dai finanzieri di Aversa che hanno scoperto nel negozio l'apparecchio magnetico collegato al contatore dell'energia, che alterava il funzionamento del misuratore, riducendo quasi completamente la rendicontazione dei consumi. Da una prima stima realizzata dai tecnici Enel, è emerso che l'esercente avrebbe risparmiato in modo fraudolento, negli ultimi cinque anni, energia per un costo di 29mila euro.

Napoli: I più letti