Salerno, fatta brillare una bomba della Seconda Guerra Mondiale trovata nel porto

Campania

L’intervento è avvenuto in una zona di sicurezza a largo di Capo d’Orso, in Costiera Amalfitana. L’ordigno, di fabbricazione americana e contenente circa 30 chili di esplosivo, è stato rinvenuto nel capoluogo campano durante le operazioni di dragaggio 

Un ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto durante le operazioni di dragaggio nel porto di Salerno, è stato fatto brillare a largo di Capo d'Orso, in Costiera Amalfitana (nel Salernitano). L'operazione è stata eseguita dai palombari della marina militare, in collaborazione con la capitaneria di porto del capoluogo campano e sotto il coordinamento della prefettura cittadina.

L’esplosione della bomba

La bomba, di fabbricazione americana e contenente circa 30 chili di esplosivo, è stata rinvenuta dalla motonave Breydel, che era giunta nelle scorse settimane al porto di Salerno per iniziare le operazioni di dragaggio. L’ordigno, dopo essere stato identificato e rimosso, è stato trasportato al largo di Capo d'Orso, in una zona di sicurezza individuata dall'autorità marittima, in collaborazione con il responsabile delle operazioni di brillamento. La capitaneria di porto, per l’occasione, ha interdetto e presidiato l'area con le proprie motovedette.

Napoli: I più letti