Caserta, abusi su sette allieve minorenni: arrestato istruttore di equitazione

Campania

Le indagini sono state avviate in seguito alla richiesta di aiuto alla onlus Telefono Azzurro di una delle vittime dell'imprenditore, titolare del centro ippico. L'uomo si trova ai domiciliari

La polizia ha arrestato, su ordine del gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il titolare di un maneggio del Casertano e istruttore di equitazione che avrebbe compiuto abusi sessuali su sette minorenni allieve del suo centro ippico. L'imprenditore, che è accusato di violenza sessuale pluriaggravata e continuata, è ai domiciliari. Gli abusi sarebbero andati avanti per anni su vittime di età compresa tra i 6 e i 14 anni.

Una vittima ha chiesto aiuto a una Onlus

L’indagine, coordinata dalla Procura, è stata avviata in seguito alla segnalazione pervenuta alla Questura di Caserta da parte della onlus Telefono Azzurro, alla quale qualche mese fa si è rivolta un'allieva del maneggio chiedendo aiuto. La ragazzina ha raccontato degli abusi e delle molestie subite da diversi anni per mano del titolare della struttura. In seguito ad accertamenti gli investigatori hanno individuato altre sei presunte vittime che, convocate, hanno confermato quanto subito fornendo resoconti particolareggiati. Nessun altro dipendente della struttura sarebbe stato al corrente degli abusi, in quanto questi sarebbero avvenuti quando l'uomo si trovava da solo con le vittime, ad esempio al momento di dar da mangiare ai cavalli.

Napoli: I più letti