Napoli, sferra un pugno a un tabaccaio nella stazione della metro di Chiaiano: arrestato

Campania
La stazione metropolitana di Chiaiano (ANSA)

L'uomo è stato fermato nella stazione della metropolitana di Chiaiano dalle guardie giurate della vigilanza. Deve rispondere di lesioni gravi 

Un immigrato di 36 anni di origini nigeriane è stato arrestato dalla polizia nella stazione della metropolitana Chiaiano, a Napoli, per aver aggredito per futili motivi il titolare di una tabaccheria-ricevitoria di 52 anni, al quale ha sferrato un pugno al volto. L'uomo,che aveva solo chiesto al 36enne di spostarsi, è caduto a terra e ha perso sangue dalla bocca. Alcune persone che hanno assistito alla scena lo hanno subito soccorso. L'immigrato è stato bloccato dalle guardie giurate addette alla vigilanza, che lo hanno consegnato ai poliziotti del commissariato Scampia. La vittima è stata accompagnata in ospedale. Il nigeriano deve rispondere di lesioni gravi. 

Viminale: "Per lui Decreto Sicurezza"

La FIT (Federazione Italiana Trasporti) della Cisl parla di "aggressione inconcepibile", e chiede un presidio stabile delle forze di polizia nelle stazioni. Il Viminale ha reso noto che il nigeriano è un richiedente asilo che aveva deciso di uscire dal circuito dell'accoglienza, facendo perdere le proprie tracce: "Per lui scatta il Decreto Sicurezza. La sua domanda sarà esaminata con procedura accelerata, e in caso di diniego potrà essere espulso". "In Italia non c'è spazio per clandestini e criminali. Il Decreto Sicurezza funziona, e col Decreto Sicurezza Bis avremo ancora più strumenti per combattere i delinquenti. Dalle parole ai fatti", ha detto il ministro degli Interni Matteo Salvini.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24