Torre del Greco, lastre di eternit vicino a ospedale: sequestrata area

Campania

Il sito, un fondo rustico adibito a deposito illecito, conteneva circa due tonnellate di rifiuti e materiali pericolosi 

La guardia di finanza ha sequestrato a Torre del Greco, nel Napoletano, un'area contenente circa due tonnellate di rifiuti e materiali pericolosi, tra i quali diverse lastre di eternit. La zona sequestrata, su cui sorge anche un capannone costruito con lo stesso pericoloso materiale, è situata a poca distanza dall'ospedale Maresca di Torre del Greco. A individuare il sito illecito, la guardia di finanza di Torre Annunziata e della compagnia di Torre del Greco, con il supporto della sezione aerea di Napoli.

Il sito di stoccaggio illecito

Il sito, un fondo rustico, era stato adibito a deposito illecito di lamiere contenenti eternit. L'amianto appariva in molti punti frammentato ed esposto agli agenti atmosferici, con conseguente grave rischio di dispersione sia nel terreno sia nell'aria. In particolare, secondo i finanzieri, tali rifiuti sarebbero stati utilizzati per allestire pensiline di riparo e un capannone di circa 80 metri quadri. I responsabili sono stati denunciati per violazioni ambientali.

Napoli: I più letti