Avellino, estorsioni e violenze su coppia di commercianti: 7 arresti

Campania
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

Il gruppo pretendeva il 20% degli incassi in cambio di protezione. Dopo la denuncia, l'uomo era stato picchiato selvaggiamente, e in un'altra occasione, assieme alla moglie, era stato vittima di una spedizione punitiva

Sette persone sono state arrestate a Baiano (Avellino) dai carabinieri con l'accusa, a vario titolo, di sequestro di persona, tentata estorsione, lesioni aggravate e detenzione illegale di armi. Il gruppo, composto da persone con età tra i 24 e i 45 anni, tra cui una donna di 26 anni, aveva preso di mira una coppia di commercianti di nazionalità pakistana, da tempo residente nel centro irpino, dalla quale pretendeva il 20% degli incassi della giornata in cambio di protezione. Le richieste estorsive venivano inviate anche tramite WhatsApp. 

I casi di violenza

Le indagini dei carabinieri sono scattate a settembre 2018, quando il commerciante aveva deciso di denunciare i suoi aguzzini dopo essere stato picchiato selvaggiamente in una zona isolata del comune di Monteforte (Avellino). L'uomo era stato costretto a seguire i suoi estorsori dopo essere stato bloccato in auto, e sotto la minaccia di una pistola. In un'altra occasione, armati di spranghe, bastoni e coltelli, i malviventi avevano effettuato una spedizione punitiva all'interno del negozio della coppia, vittima di un feroce pestaggio. Sulla base delle indagini dei carabinieri e della richiesta della Procura, il Gip del Tribunale di Avellino ha disposto l'ordinanza di custodia cautelare per i sette indagati, per i quali sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24