Apice, trovato cadavere donna senza braccia e piede vicino fiume Ufita

Campania

A lanciare l'allarme è stato un contadino. Si tratterebbe di una donna scomparsa mesi fa. Il corpo è in avanzato stato di decomposizione, e gli investigatori non escludono che sia stato dilaniato da animali selvatici

Il cadavere di una donna è stato rinvenuto a pochi metri dall'argine del fiume Ufita, che divide la provincia di Benevento da quella di Avellino, nelle campagne di Apice (Benevento), al confine con i comuni irpini di Montecalvo, Ariano Irpino e Melito Irpino. Il corpo è in avanzato stato di decomposizione, e risulta privo degli arti superiori e di un piede. Sul posto sono arrivati i carabinieri del comando provinciale di Benevento, allertati da un agricoltore della zona, e i colleghi della compagnia di Ariano Irpino.

Forse donna scomparsa

È stato necessario un primo esame esterno del cadavere da parte del medico legale per accertarne il sesso. Secondo i carabinieri, si tratterebbe di una donna di cinquant'anni di Grottaminarda (Avellino), separata e disoccupata, la cui scomparsa è stata denunciata dai suoi genitori il 15 gennaio scorso. Non si esclude che il corpo sia stato trasportato dalla corrente del fiume da un'altra località, o dilaniato da animali selvaggi.

Oggi l'ispezione cadaverica

Il cadavere è stato trasportato all'obitorio dell'ospedale Rummo di Benevento. Le condizioni del corpo non hanno consentito di avanzare ipotesi sulle cause del decesso. Sarà pertanto l'ispezione cadaverica di oggi pomeriggio, venerdì 8 marzo a stabilire la data ed, eventualmente, le cause del decesso della donna.

Napoli: I più letti