Guardia di finanza sequestra pescheria abusiva nel Casertano

Campania

Il titolare dell'esercizio commerciale era sprovvisto dei documenti necessari alla vendita in una sede fissa: possedeva solo una licenza valida per il commercio itinerante

Una pescheria abusiva è stata sequestrata dalla guardia di finanza a Mondragone, in provincia di Caserta, sulla statale Domiziana. I militari della locale Compagnia hanno scoperto che il negozio, dove un 33enne esercitava la vendita di prodotti ittici, era sconosciuto all'autorità amministrativa.

Il titolare vendeva pesce senza licenza

Il titolare possedeva effettivamente una licenza, ma questa era valida solo per il commercio itinerante. Non aveva nessun altro tipo di documentazione necessaria per poter vendere al pubblico in una sede fissa: non era in possesso del titolo abilitativo (SCIA), del certificato di agibilità e delle certificazioni igienico-sanitarie prescritte. Nei giorni scorsi, dopo un primo controllo dei finanzieri, il Comune aveva chiuso l'attività, ma il titolare aveva continuato a vendere, finché i finanzieri non hanno apposto i sigilli.

Napoli: I più letti