Sputavano alle vittime per rapinarle: due arresti a Napoli

Campania
Foto di archivio (ANSA)
polizia-napoli-ansa

I due complici rapinavano i turisti con metodi singolari, ad esempio sputando sulla vittima e distraendola indicando la saliva sulla spalla

Uno sputo sulla spalla faceva scattare la trappola. Uno dei due rapinatori distraeva la vittima indicandogli la saliva, l'altro la rapinava. Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura di Napoli hanno arrestato un 22enne originario di Torre del Greco (Napoli) e un cittadino algerino di 44 anni, accusati di rapina impropria, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale in concorso tra loro.

L'arresto

I poliziotti, transitando lungo corso Umberto I, hanno intercettato e arrestato i due, già segnalati quali autori di rapine ai danni di ignari turisti, di volta in volta con singolari strategie. I complici avevano puntato una donna intenta a usare il cellulare. Dopo un cenno d'intesa, si sono messi all'opera: il ventiduenne, senza che la vittima se ne accorgesse, le ha sputato sulla spalla e contestualmente le ha indicato lo sputo. Mentre la turista osservava la macchia, l'algerino ha cercato di strapparle il cellulare che aveva tra le mani. La donna ha reagito innescando una colluttazione con i due rapinatori. A questo punto il 22enne è riuscito a impossessarsi del telefonino, per poi scappare a piedi con il complice, inseguiti dalla vittima. I poliziotti li hanno però inseguiti e, dopo una breve colluttazione, li hanno arrestati.

La vittima ha riportato due contusioni

Durante la fuga il ventiduenne ha lanciato il cellulare rubato sotto un'autovettura, dove poi è stato rinvenuto, recuperato e restituito alla donna, costretta a farsi medicare in ospedale per le ferite riportate nella colluttazione: per lei prognosi di sette giorni per un trauma contusivo alla spalla e al polso. I due arrestati invece sono stati condotti nel carcere di Poggioreale.

Chi sono i due arrestati

I poliziotti hanno appurato che il cittadino extracomunitario aveva diversi precedenti penali, ed era ricercato per l'esecuzione della libertà vigilata e per un provvedimento di espulsione emesso ad agosto dall'Ufficio Immigrazione di Napoli. Il 22enne invece risultava avere a suo carico diversi precedenti penali, e attualmente era sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria presso la stazione carabinieri di Trecase.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24