Napoli, botti illegali in un capannone tra fiori e piante: arrestato

Campania
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)
botti_torino_fotogramma_1

L'uomo deteneva illegalmente 15 chili di botti, nascosti nel bagno del capannone dove vendeva fiori e piante, a Ponticelli. Ora è ai domiciliari 

Botti illegali di fine anno tra piante e fiori: a scoprirlo i carabinieri della stazione di San Sebastiano al Vesuvio, in provincia di Napoli, che hanno arrestato un fioraio di 32 anni, già noto alle forze dell'ordine e residente nel comune vesuviano. L’uomo era in possesso di 126 'rendini' e 79 'cipolle'. Erano circa 15 chili di botti illegali.

Il sequestro

I 205 ordigni artigianali rinvenuti dai militari erano nascosti nel bagno del capannone adibito alla vendita di fiori e piante nel quartiere napoletano di Ponticelli. L'uomo dovrà rispondere di detenzione illegale di materiale esplosivo ed è ora agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.  

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24