Napoli, Camorra: boss condannato a 4 anni per favoreggiamento

Campania
Foto di archivio (Getty Images)
GettyImages-napoli-tribunale-palazzo-di-giustizia

Dal dibattimento è emerso che Scognamillo, per evitare problemi giudiziari al proprio braccio destro Giovanni Artiano, ha convinto tre affiliati al clan ad autoaccusarsi falsamente di estorsione 

Condannato a quattro anni di carcere il boss Antonio Scognamillo per favoreggiamento aggravato dalle finalità mafiose. Secondo i giudici Scognamillo, considerato il reggente del clan camorristico Grimaldi, attivo nella zona di Fuorigrotta a Napoli, per evitare problemi giudiziari a Giovanni Artiano, braccio destro del boss, ha convinto tre affiliati al clan ad autoaccusarsi falsamente di estorsione. La sentenza è stata emessa dalla III sezione del tribunale, collegio C, che ha accolto la richiesta del pm Claudio Onorati. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24