Sequestrati 218 mila litri di carburante nel Napoletano

Campania
Foto di archivio (Getty Images)

Gli uomini della guardia di finanza della Compagnia di Portici hanno scoperto che il carburante venduto era in realtà una miscela di benzina, gasolio e zolfo 

Oltre 218.000 litri di carburante di contrabbando, pronto per essere immesso in commercio, sono stati sequestrati dai militari del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli. Durante i controlli nei confronti di un deposito di carburanti a Castello di Cisterna, in provincia di Napoli, i finanzieri della Compagnia di Portici hanno scoperto che il carburante venduto era in realtà una miscela di benzina, gasolio e zolfo. Il controllo è stato esteso anche ad una autocisterna presente, risultata carica di olio minerale. Al termine del servizio, le fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro sei cisterne interrate, due autobotti, quattro pompe elettromeccaniche per un totale complessivo di 218.214 litri di prodotti petroliferi adulterati. Due persone, ritenute responsabili del reato, sono state denunciate all'autorità giudiziaria. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24