Napoli, maltrattata denuncia i famigliari: arrestati madre e fratello

Campania
Foto di archivio (ANSA)

La giovane, incoraggiata dal centro antiviolenza, ha denunciato le vessazioni fisiche e psicologiche che subiva da parte della madre e del fratello, senza che il padre intervenisse 

Sono stati arrestati a Qualiano, in provincia di Napoli, una donna di 46 anni e suo figlio di 22 che hanno ripetutamente maltrattato e umiliato una giovane, rispettivamente figlia e sorella dei due imputati. Il padre 50enne, che non è mai intervenuto a difesa della figlia, è stato posto ai domiciliari.
Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, ed eseguite dai carabinieri di Giugliano in Campania. L'indagine, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, diretta da Francesco Greco, è partita dalla denuncia sporta dalla ragazza ai carabinieri della stazione di Qualiano. A convincere la giovane a rivelare i maltrattamenti sono stati i responsabili di un centro antiviolenza, in cui la ragazza si era rifugiata dopo essersi allontanata da casa.

I maltrattamenti

La vittima ha riferito di aver subito dalla madre continue vessazione fisiche e psicologiche perché provvedesse a sbrigare le faccende domestiche, di essere stata costretta a lasciare gli studi e che, talvolta, non le veniva neppure consentito di far ritorno a casa, rimanendo quindi senza cibo e obbligata a dormire all'aperto. Anche il fratello la vessava in continuazione, e in una circostanza l'aveva anche scaraventata dalle scale. Il padre non è mai intervenuto in sua difesa.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24