Napoli, morto magistrato Lucio Di Pietro: firmò anche arresto Tortora

Campania
Foto di Archivio (ANSA)
enzo-tortora-ansa

Era andato in pensione nel 2016: nella sua carriera è stato, tra l'altro, coordinatore della Dda di Napoli, aggiunto della procura nazionale antimafia e procuratore generale di Salerno

Lutto nel mondo delle toghe. All'età di 77 anni è morto il magistrato Lucio Di Pietro. Era andato in pensione nel 2016: nella sua carriera è stato, tra l'altro, coordinatore della Dda di Napoli, aggiunto della procura nazionale antimafia e procuratore generale di Salerno.

Lotta al terrorismo e alla camorra

Negli anni '70 aveva svolto inchieste sul gruppo terroristico dei Nap, i Nuclei armati proletari. Successivamente aveva condotto numerose inchieste sui clan di camorra, in particolare la Nco di Raffaele Cutolo. Inoltre, nel giugno 1983 aveva firmato con il collega Di Persia oltre 800 ordini di cattura nell'ambito di una maxinchiesta sulla camorra cutoliana.

L'arresto di Enzo Tortora

Tra gli arrestati il presentatore Enzo Tortora, che alla fine di un tribolato iter giudiziario era stato poi riconosciuto innocente e assolto con formula piena. Alla Dna ha coordinato l'indagine che aveva portato al blitz contro il clan dei Casalesi capeggiato all'epoca da Francesco Schiavone, detto Sandokan. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24