Acerra, scoperta prima fabbrica per produrre sigarette di contrabbando

Campania
Foto di archivio (Getty Images)

I finanzieri hanno fatto irruzione in un capannone industriale e hanno trovato circa 30 tonnellate di tabacco lavorato estero. Dodici persone sono state arrestate e condotte in carcere 

Ad Acerra, nel Napoletano, è stata scoperta quella che, secondo la guardia di finanza, è la prima fabbrica partenopea per la produzione di sigarette di contrabbando. La produzione avveniva in un capannone industriale, di circa mille metri quadrati, individuato dagli uomini delle Fiamme Gialle della compagnia di Nola. Dodici persone sono state arrestate e condotte in carcere a Poggioreale e a Santa Maria Capua Vetere. Al momento dell’irruzione nello stabilimento, i finanzieri hanno trovato circa 30 tonnellate di tabacco lavorato estero, altre materie prime (filtri, cartine e materiale di confezionamento), prodotti necessari per la lavorazione, nonché costosi e performanti macchinari per la fabbricazione. Le attrezzature e le materie prime sono state sequestrate. Contestualmente, è stato scoperto a Cervino, nel Casertano, un ulteriore deposito di stoccaggio, nel quale è stata trovata un'enorme quantità di prodotti da confezionamento.  

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24