Bruciano rifiuti vicino al mercato: due arresti nel Casertano

Campania
Foto di archivio (ANSA)
carabinieri_forestali_ansa

I due uomini stavano dando fuoco a cassette di legno e plastica della frutta. Le autorità sono intervenute dopo aver notato la nube sprigionata dal rogo 

Due uomini di 25 e 53 anni sono stati sorpresi dai carabinieri forestali ad appiccare il fuoco a un rogo di rifiuti a San Tammaro, in provincia di Caserta, nei pressi del mercato ortrofrutticolo. Arrestati in flagranza, sono stati poi sottoposti alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, secondo quanto stabilito dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Gli arrestati colti in flagrante

I due, entrambi residenti a San Tammaro, sono stati sorpresi mentre davano fuoco ad un esteso cumulo di rifiuti, soprattutto cassette di legno e plastica usate per la frutta. Uno aveva in mano un accendino, l'altro invece le cassette in legno con cui alimentava le fiamme. L'arresto è stato effettuato dai militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Caserta (NIPAAF), che stavano effettuando controlli di carattere ambientale con il supporto dei carabinieri forestali delle stazioni di Marcianise e Calvi Risorta.

L'attività abusiva di recupero degli imballaggi

I militari sono intervenuti dopo aver notato la nube scura sprigionata dall'incendio di rifiuti. È poi emerso che i due uomini avevano aveva un'attività abusiva di recupero e riutilizzo degli imballaggi costituiti da cassette in legno e in plastica per prodotti ortofrutticoli.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24