Napoli, rottura condotta idrica: sette comuni del Vesuviano a secco

Campania
Foto di archivio (Getty Images)

L'erogazione dell’acqua dovrebbe tornare regolare a partire dalle 13 del 29 novembre. L’azienda che gestisce il servizio ha predisposto due servizi di autobotti per attenuare i disagi 

Sette comuni nel Napoletano sono rimasti a senz'acqua. La rottura improvvisa della condotta regionale nella tratta San Clemente-Cercola ha provocato lo stop della fornitura idrica sull’intero territorio di Pomigliano d'Arco e di Casalnuovo di Napoli, ad esclusione di via Napoli, via San Marco, Corso Umberto, via Arcora nel tratto compreso tra via Napoli e Piazza Mafalda. A dare la notizia è la Gori, azienda che gestisce il servizio idrico integrato nei Comuni dell’ambito distrettuale Sarnese-Vesuviano.

Due servizi di autobotti per contenere disagi

A partire dalle 18 di oggi, 28 novembre, l’interruzione della fornitura idrica interessa anche il territorio dei Comuni di Massa di Somma, Pollena Trocchia, Sant'Anastasia, Volla e San Sebastiano al Vesuvio. L'erogazione dell’acqua dovrebbe tornare regolare in modo graduale a partire dalle 13 di domani. L’azienda ha predisposto due servizi di autobotti per attenuare i disagi dovuti alla rottura della condotta. Il primo servizio sarà a Pomigliano d’Arco in piazza Primavera/via Nazionale delle Puglie, mentre il secondo avrà luogo a Casalnuovo di Napoli in via Arcora.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24