Picchia la compagna e la obbliga a prostituirsi: arrestato

Campania
Foto di archivio (Fotogramma)

Più volte la donna è finita in ospedale con lesioni provocate dalle botte del compagno, ma solo pochi mesi fa ha trovato il coraggio di denunciare

Ha maltrattato per dieci anni l'ex compagna, sottoponendola a continue violenze e umiliazioni, l'ha costretta a prostituirsi e violentata ogni volta che la donna si rifiutava di avere rapporti sessuali. Per questo è finito in carcere, su ordine del Gip di Santa Maria Capua Vetere, un 56enne di Napoli domiciliato a Castel Volturno, comune del litorale Casertano. Più volte la donna è finita in ospedale con lesioni provocate dalle botte del compagno, ma non lo aveva mai denunciato per paura. Solo pochi mesi fa, stanca di subire le umiliazioni, la donna ha trovato il coraggio di lasciare il 56enne denunciandolo ai carabinieri. Dalle indagini è emerso che la vittima avrebbe voluto smettere di prostituirsi, ma il suo aguzzino no, così l'ha minacciata di morte. Tutto per evitare di perdere un comodo guadagno.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24