Droga, spaccio nel Salernitano: undici ordinanze di misure cautelari

Campania
Foto di archivio (ANSA)

I destinatari del provvedimento sono indagati a vario titolo, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Le ordinanze sono state emesse dal gip del tribunale di Nocera Inferiore 

I carabinieri del comando provinciale di Salerno hanno notificato, questa mattina, undici ordinanze di misure cautelari nei confronti di altrettante persone a Salerno, Nocera Superiore e Cava de' Tirreni. I destinatari sono indagati a vario titolo, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, rapina a mano armata, lesioni ed evasione dagli arresti domiciliari. Sei degli arrestati sono finiti in carcere, tre ai domiciliari e nei confronti di altri due è stato messo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. A emettere le ordinanze è stato il gip del tribunale di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, su richiesta della Procura locale. 

Il monitoraggio dei clienti

I carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino sono riusciti a risalire ai soggetti dediti all'attività di spaccio, in diverse zone del Salernitano, monitorando gli spostamenti dei clienti. Tra i destinatari di custodia cautelare in carcere vi è un richiedente asilo gambiano - attualmente irreperibile - che era ospitato in una struttura di Castel San Giorgio, nel Salernitano. L'extracomunitario, stando agli accertamenti effettuati dai militari, dopo essersi rifornito a Salerno, spacciava sia a Castel San Giorgio che nel capoluogo di provincia. Proprio sul lungomare salernitano era stato già arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno ed era stata disposta la misura che vieta la presenza nei comuni della provincia.

Altri gruppi dediti allo spaccio

Le indagini hanno, anche, consentito di risalire a altri tre gruppi autonomi che spacciavano. Uno operarava a Salerno centro, un altro nel quartiere Fratte e un altro ancora era attivo tra Roccapiemonte, Castel San Giorgio, Lanzara e Nocera Superiore. I gruppi operavano in concorrenza tra di loro e smerciavano droga di ogni tipo: eroina, crack, cocaina, hashish e marijuana. I carabinieri, durante gli accertamenti effettuati, avevano effettuato anche sei arresti in flagranza nei confronti di spacciatori sorpresi a cedere stupefacenti ed avevano sequestrato 350 grammi di droga. Proprio in seguito a un blitz dei militari, il gruppo operante nell'Agro Nocerino Sarnese aveva realizzato una rapina a un supermercato di Nocera Superiore, il 29 marzo scorso, in modo da ripianare le perdite scaturite dal sequestro. L'Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro preventivo di un appartamento a Nocera Superiore in uso a uno degli arrestati e utilizzato come base operativa dell'attività criminosa.

 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24