Crediti fiscali, la Guardia di Finanza scopre truffa nell’Avellinese

Campania
Foto di Archivio (ANSA)
gdf_ansa

Estinguevano gli obblighi tributari di 25 società con sede nel Centro Italia, compensandoli con crediti tributari inesistenti per oltre 3 milioni di euro 

Due società, con sede ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino, sono finite in un’inchiesta della Guardia di Finanza che ha preso il via da una verifica fiscale eseguita nei confronti di due evasori totali. Estinguevano gli obblighi tributari di 25 società con sede nel Centro Italia, compensandoli con crediti tributari inesistenti per oltre 3 milioni di euro. Il meccanismo fraudolento, per singoli importi anche superiori a 100mila euro, prevedeva l’accollamento di debiti tributari delle società in cambio di somme irrisorie rispetto al debito.

La dinamica

In sostanza, anziché versare le somme dovute all’Erario si compensavano i singoli debiti con crediti creati soltanto contabilmente. Le indagini hanno accertato che le società originariamente debitrici non avevano stipulato alcun accordo formale con le due società irpine, limitandosi a intese verbali. Anche nei loro confronti sono in corso azioni di recupero, in quanto obbligati in solido, nei confronti del fisco. Le somme indebitamente compensate vanno dal 2009 al 2016. Sono in corso accertamenti sulle responsabilità penali delle persone coinvolte. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24