Papa Francesco sui migranti morti nel Mediterraneo: "È il momento della vergogna"

Mondo
©Ansa

Il Pontefice ha ricordato la tragedia degli scorsi giorni in cui hanno perso la vita 130 persone: "Sono vite umane che per due giorni interi hanno implorato invano aiuto: un aiuto che non è arrivato"

"Fratelli e sorelle, interroghiamoci tutti su questa ennesima tragedia. È il momento della vergogna". Con queste parole Papa Francesco, durante il Regina Caeli, ha ricordato la tragedia in cui sono morti 130 migranti nel Mediterraneo. "Sono persone, sono vite umane che per due giorni interi hanno implorato invano aiuto", ha aggiunto.

"Sono molto addolorato"

leggi anche

Naufragio al largo della Libia, decine di vittime fra i migranti

"Vi confesso che sono molto addolorato per la tragedia che ancora una volta si è consumata nei giorni scorsi nel Mediterraneo - ha detto Bergoglio - 130 migranti sono morti in mare". "Preghiamo per questi fratelli e sorelle - è poi l'invito del Pontefice - e per tanti che continuano a morire in questi drammatici viaggi. Anche preghiamo per coloro che possono aiutare, ma preferiscono guardare da un'altra parte. Preghiamo in silenzio per loro".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24