Coronavirus Usa, 170 contagiati e 7 morti dopo un matrimonio

Mondo

Le nozze in una chiesa ai piedi del monte Katahdin, nel Maine, si sono trasformate in un evento da incubo: la cerimonia a cui hanno partecipato una sessantina di persone si è rivelata una "bomba virale" che ha prodotto nella zona 170 contagiati di cui sette sono deceduti da Covid-19

Matrimonio da incubo nel Maine. Il virus si è propagato in modo incredibile (e con effetti devastanti) dopo un matrimonio al quale hanno partecipato una sessantina di persone. La cerimonia si è rivelata una vera e propria bomba virale dalla quale sono riconducibili ad oggi 170 contagi e 7 morti.

Il matrimonio senza mascherina

Le nozze sono state celebrate il 7 agosto con 65 partecipanti, quindici in più del limite consentito. Pochi giorni dopo si sono registrati i primi casi di positività tra i partecipanti e il diffondersi dell'epidemia nella regione, fino ad attaccare una residenza assistita. Settanta casi sono stati segnalati in un'area rurale, scarsamente popolata. Le sette persone morte non avevano partecipato direttamente al matrimonio ma, secondo i medici, è probabile che fossero entrate in contatto, in modo diretto o indiretto, con chi era andato a quella festa senza indossare la mascherina e rispettare la regola del distanziamento sociale.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24