Alitalia e Air Italy, sindacati proclamano sciopero di 24 ore

Lavoro
Credits: Getty Images
alitalia_gettyimages

L’astensione di venerdì 13 dicembre interesserà piloti, assistenti di volo e personale di terra delle due compagnie aeree e terrà conto del rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21

Sciopero nazionale venerdì 13 dicembre di 24 ore nel trasporto aereo. L’astensione dal lavoro interesserà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy e terrà conto del rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21. La protesta è stata indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo "per il perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, -come spiega una nota sindacale- per una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e per il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore". In occasione dello sciopero si terranno presidi unitari nei principali aeroporti, come a Roma Fiumicino, presso il Terminal 1, a partire dalle 10, a Linate presso il briefing ed a Malpensa al Terminal 1.   

Filt Cgil, no a ‘spezzatino’

"Rigettiamo ogni ipotesi di spezzatino, - fa sapere la Filt Cgi- chiediamo un piano industriale di vero rilancio che garantisca investimenti e crescita, senza sacrifici sul fronte del lavoro. Per Air Italy chiediamo il rispetto degli impegni presi con il piano industriale e l'applicazione del contratto nazionale di settore come riferimento minimo".  

Ultrasporti, convocati da Patuanelli 

''Lo sciopero di 24 ore di Alitalia che abbiamo indetto è per affermare che rigettiamo qualsiasi ipotesi di smembramento e di taglio del numero dei dipendenti e che non c'è più tempo da perdere. Ora è tempo di agire'' fa sapere la Uiltrasporti che ricorda la convocazione da parte del ministro Stefano Patuanelli per martedì 17 dicembre. “Ci aspettiamo una riunione finalmente vera, dove vi sia chiarezza e il delineamento di un piano di lavoro condiviso per lo sviluppo di Alitalia attraverso investimenti, tratte di lungo raggio, manutenzioni e handling, una riforma celere del settore contro il dumping e che metta regole nel mercato per evitare la concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio le imprese italiane dell'indotto”.

 

 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24