Covid: intera scuola in quarantena per 10 casi, è polemica

Abruzzo
039defa10ac0fd346366d9b1d4c1315c

A Montesilvano. Ma da Asl ok a uscire di casa per screening

(ANSA) - PESCARA, 09 FEB - Tutti i 1.300 alunni e i docenti di una scuola finiscono in quarantena per una decina di casi di Covid-19 e scoppia la polemica. Succede a Montesilvano, alla scuola primaria e secondario di primo grado 'Silone' - plesso di Villa Carmine, dove da ieri si susseguono le proteste, non solo da parte dei genitori, ma anche da parte del sindaco, Ottavio De Martinis, che parla di un provvedimento incomprensibile.
    Tra l'altro, per domani, è previsto l'avvio dello screening massivo su tutta la popolazione scolastica di Montesilvano.
    Inizialmente i soggetti finiti ieri in quarantena non avrebbero potuto partecipare alla campagna, ma il sindaco, dopo un'interlocuzione con la Asl, ha ottenuto il consenso. Le attività prenderanno il via domani al Pala Dean Martine e si concluderanno venerdì.
    "Lo screening sarà estremamente utile perché ci darà un dato oggettivo - dice De Martinis - Almeno capiremo se è giusto che tutta la scuola sia finita in quarantena. A mio avviso non è la scelta giusta, perché molti bambini oggi sono dovuti rimanere con i nonni, mentre i genitori erano a lavoro e questo aumenta i rischi. In ogni caso attendiamo gli esiti dello screening".
    La Asl, nella nota con cui ieri ha disposto la quarantena, ricorda le quattro classi già in quarantena, i cinque alunni già risultati positivi al tampone molecolare, tre alunni e un docente positivi al test antigenico e in attesa di molecolare, diversi casi di alunni con sintomatologia compatibile con il Covid-19. (ANSA).
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.