Discriminazioni e molestie,le vie legali

Abruzzo
l-aquila

Convegno il 22 a Pescara su strumenti di prevenzione e tutele

(ANSA) - PESCARA, 21 NOV - La discriminazione non esiste finché non ci tocca direttamente, a scuola, sul lavoro, per strada, in fila al supermercato; diventa realtà quando ci si accorge di appartenere a un genere. Con il convegno "Discriminazioni e molestie: strumenti di prevenzione e tutele" (venerdì 22 novembre al Tribunale di Pescara dalle 14.30) gli Avvocati Giuslavoristi italiani (Agi) sezione Abruzzo-Molise vogliono confrontarsi sulle vie da seguire per affrontare eventi con protagonisti lavoratori trattati in maniera 'diversa'. "Capiterà di parlare soprattutto di donne e di madri, ma solo perché la statistica è impietosa nei loro confronti" spiega Stefania Cespa, avvocato del Foro di Pescara e segretario di Agi Abruzzo-Molise. "Abbiamo già trattato l'argomento a Milano e Udine - spiega Lola Aristone, presidente di Avvocati Giuslavoristi Abruzzo-Molise - poi andremo a Cagliari. I relatori sono individuati localmente, io e le presidentesse di Lombardia e Friuli siamo sempre presenti e portiamo la nostra lettura della questione".
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24