Export Abruzzo giù, -1,9% nel 2019

Abruzzo
l-aquila

Decremento per abbigliamento, elettronica, farmaceutico, gomma

(ANSA) - PESCARA, 21 SET - L'export abruzzese va giù: dopo cinque anni di vacche grasse, con il vento in poppa dell'automotive a trainare tutto il resto, l'Abruzzo si ritrova nei primi sei mesi del 2019 a fare i conti con il segno 'meno' davanti alle cifre che connotano il commercio dei prodotti verso l'estero: tutto, nonostante il settore mezzi di trasporto continui a macinare successi. In valori percentuali, l'export abruzzese ha segnato una flessione dell'1,9%: dato in controtendenza con quello nazionale che è cresciuto del 2,7%. E va pure ricordato che nel 2018 l'export abruzzese segnò un incremento del 5,1%. "E' accaduto stavolta - spiega l'indagine realizzata per la Cna Abruzzo da Aldo Ronci su dati Istat - che gli incrementi delle produzioni legate a quattro o due ruote non compensino più le perdite di tutti gli altri comparti: Nel primo semestre del 2018 l'export abruzzese ammontava a 4.467 milioni di euro, mentre nel primo semestre di quest'anno è stato di 4.383, registrando una flessione di 84 milioni di euro".
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24