Guardia Costiera sequestra pesce e reti

Abruzzo
2c5e57804a977311a74d7de1336e29f3

Operazioni in Abruzzo e Molise. Pescato dato in beneficenza

(ANSA) - PESCARA, 28 GIU - Reti sequestrate e pesce donato in beneficenza in varie operazioni portate a termine dalla Guardia Costiera di Pescara fra Abruzzo e Molise. In particolare nella zona ad est della Fossa di Pomo è stato sottoposto ad un controllo un motopeschereccio: è stato riscontrato che a bordo c'era una rete tipo palangaro, con 1280 ami e pesi in cemento, non a norma di legge, che è stata sequestrata. Il comandante del peschereccio è stato multato. Posto sotto sequestro il pescato, e in particolare gallinelle, naselli, pesci san pietro, per un totale di 180 kg, che è stato donato in beneficenza ad associazioni onlus caritatevoli che si occupano di somministrare pasti caldi alle persone indigenti. Oltre 35 kg di pesce sequestrato, 25 illeciti amministrativi, reti da pesca requisite insieme a 100 attrezzi sono invece i numeri di una serie di controlli, messi in atto dalla Capitaneria di porto di Termoli (Campobasso) per il contrasto alla pesca abusiva e per la tutela dei consumatori, con verbali elevati per 58 mila euro.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24