Rapina in villa, al via processo

Abruzzo
l-aquila

Tra le accuse anche lesioni gravissime e sequestro di persona

(ANSA) - LANCIANO (CHIETI), 24 GIU - Si è aperto questa mattina al tribunale di Lanciano il processo con rito abbreviato nei confronti di sette romeni coinvolti nella cruenta rapina ai danni dei coniugi Carlo Martelli e la moglie Niva Bazzan a cui il 23 settembre 2018 uno dei malviventi ha brutalmente reciso il padiglione auricolare destro a seguito dell'irruzione in villa alle 4 del mattino quando i coniugi stavano dormendo. Il processo si celebra in Camera di Consiglio davanti al gup Giovanni Nappi che ha fissato al 30 settembre prossimo l'inizio della discussione con la possibilità dell'emissione della sentenza. Sei romeni sono accusati dal procuratore Mirvana Di Serio di rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di arma. Un settimo romeno è esclusivamente accusato di favoreggiamento, ma non ha preso parte alla rapina. I coniugi Martelli oggi non erano presenti in aula in quanto hanno deciso di non costituirsi parte civile.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24