Collaboratori Sportlife in sit-in

Abruzzo
0eba6ce6e4d7c0b79b5cbc509913eedc

Fuori dallo studio Serraiocco anche genitori ragazzi

(ANSA) - PESCARA, 27 APR - Fuori gli uffici dello Studio Serraiocco, nel corso della conferenza stampa che stava tenendo il commercialista pescarese, si sono ritrovati una trentina fra dipendenti e collaboratori della Sportlife (oltre a genitori di ragazzi tesserati con la società), che hanno lamentato il mancato pagamento dei rimborsi arretrati e chiesto garanzie sul futuro, considerando la chiusura delle Naiadi, nell'ambito della procedura di fallimento della Progetto Sport Gestione Impianti.
    Genitori e collaboratori della società hanno poi lamentato la mancanza di qualsiasi comunicazione con la Sport Life e con lo stesso Serraiocco, e per questo avrebbero voluto assistere alla conferenza stampa convocata nello studio del commercialista.
    Proteste anche di alcuni genitori per la vicenda dei circa 300 atleti della Sport Life, impossibilitati a svolgere l'attività presso le Naiadi, e in altre associazioni, nonostante il pagamento delle quote societarie fino all'estate. A tal proposito in conferenza stampa Serraiocco si è impegnato a trovare una soluzione per poter far svolgere l'attività agonistica in un altro impianto. Sulla questione stipendi, mentre i collaboratori di Sportlife sostengono di avere percepito come ultima mensilità quella di gennaio, mentre a detta di Serraiocco l'ultima pagata dovrebbe essere quella di febbraio.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24