'Gemelle' senza gas,protesta maggioranza

Abruzzo
l-aquila

'Se Serraiocco non è in grado di assicurare servizio lasci'

(ANSA) - LANCIANO (CHIETI), 2 APR - Ancora uno stop forzato alle attività del centro sportivo comunale 'Le Gemelle' di Lanciano dove ieri sera molti abbonati sono stati fatti uscire perché il gestore del gas ha interrotto la fornitura del servizio e gli ambienti e le docce della struttura erano al freddo e impraticabili. La scorsa settimana fu invece interrotta e poi ripristinata l'energia elettrica. Oggi, in una nota congiunta, i gruppi consiliari di maggioranza di centrosinistra al consiglio comunale di Lanciano hanno chiesto che "il gestore de Le Gemelle faccia chiarezza e onori la convenzione che mette al centro la fruizione del servizio, oppure se non è in grado di continuare ad assicurare la continuità del servizio lasci e riconsegni la struttura al comune di Lanciano. Si valutino azioni immediate, tra cui anche la possibilità di rescindere la convenzione, a tutela dei lavoratori e degli oltre duemila utenti della struttura che stanno soffrendo questi disservizi".

Ad oggi nessuna comunicazione ufficiale di quando la struttura riaprirà. La vertenza a 'Le Gemelle' è iniziativa lo scorso 22 marzo con lo stato di agitazione di 40 addetti e istruttori per il mancato pagamento degli stipendi arretrati. Dopo incontri col sindaco Pupillo la società ha pagato il mese di gennaio e preso l'impegno a garantire il servizio all'utenza. Il moderno centro piscine e palestre comunale, che conta oltre 2.300 iscritti, è costato 3 milioni e 200 mila euro ed è stato inaugurato il 26 settembre 2010.   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24