Ricostruite base cranio e faccia 41enne

Abruzzo
l-aquila

Intervento complesso di otto ore con 13 operatori al lavoro

(ANSA) - L'AQUILA, 28 MAR - Un'operazione di eccezionale difficoltà su un uomo di 41 anni ha tenuto impegnati per otto ore in sala operatoria 13 sanitari tra chirurghi, anestesisti e infermieri: l'uomo, a causa di un trauma sportivo, aveva riportato la frattura della base cranica anteriore, della volta cranica, di entrambe le orbite e la frantumazione delle strutture centrali della faccia, con grave sconvolgimento di tutta la piramide nasale. Il complesso intervento, che ha visto impegnate il 22 marzo scorso le équipe dei reparti di maxillo facciale e della neurochirurgia dell'ospedale dell'Aquila, è perfettamente riuscito: le condizioni del paziente, attualmente nel reparto maxillo facciale, sono pienamente soddisfacenti. Con sofisticate ricostruzioni digitali sono stati riprodotti modelli anatomici 3D e poi, tramite una procedura 'extracorpo', i chirurghi hanno ricostruito le strutture cranio-facciali gravemente danneggiate.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24