Morte badante in Marsica, romeno assolto

Abruzzo
l-aquila

Decisiva perizia di parte, ferite compatibili con caduta

(ANSA) - AVEZZANO (L'AQUILA), 14 MAR - È stato assolto dalla Corte d'Assise dell'Aquila perché il fatto non sussiste, Andrei Feru, romeno di 54 anni, arrestato nel febbraio 2018 con l'accusa di omicidio volontario: l'uomo era accusato di aver ucciso Iuliana Catalin Bucataru, di 38 anni, con la quale aveva avuto una relazione. I fatti risalgono al novembre del 2017 quando la donna era stata ritrovata esanime a terra in un'abitazione di Colli di Monte Bove, frazione di Carsoli, dove prestava servizio come badante. Dopo due giorni dal ricovero all'ospedale dell'Aquila la donna era deceduta. L'accusa, per Feru che si era avvalso della facoltà di non rispondere, aveva chiesto 24 anni di reclusione. "È stata determinante per l'assoluzione dell'imputato la perizia di parte - ha dichiarato il legale dell'uomo Paolo Frani - che è riuscita a dimostrare che le ferite riportate dalla vittima, che ne hanno cagionato la morte, erano compatibili anche con una caduta; apprezzo inoltre il lavoro svolto dai carabinieri nell'ambito delle indagini".
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24